Una parete scorrevole per spazi più dinamici

012
In zona Isola a Milano, il progetto di questo appartamento pensato per affitti brevi ha creato un ambiente luminoso e pulito, trasformando un tradizionale appartamento milanese di ringhiera in uno spazio contemporaneo

L'appartamento si presentava nella tipica distribuzione con mono-affaccio sul ballatoio di una casa di ringhiera in zona Isola a Milano. Il progetto ha voluto sfruttare al massimo le fonti di luce e rendere più dinamica la distribuzione. La soluzione è una parete scorrevole che divide la zona giorno da quella notte. Realizzata in multistrato di pioppo, ha una porzione verticale fissa in lamierino forato verniciato in bianco, che moltiplica i possibili gradi di trasparenza e permeabilità tra i due ambienti. Quando è completamente chiusa permette la totale intimità della stanza; aperta crea un ambiente quasi unico, ampliando la percezione dello spazio. Il pannello in multistrato è particolarmente robusto grazie alla disposizione alternata delle fibre nei fogli, incollati sempre in numero dispari. La ricerca dell’essenzialità nel progetto si riflette anche nella scelta della “maniglia”: un semplice foro circolare.

12Nuova luce è stata data all’ingresso, sfruttando una piccola apertura per illuminare il disimpegno. Il ribassamento del soffitto delinea lo spazio dedicato alla zona cucina e bagno, resi più lineari demolendo il precedente divisorio che creava diverse nicchie. Un dispositivo a incastro integra l’impianto di climatizzazione e un ripostiglio in quota.

Tracce del passato sono state mantenute nei dettagli: il pavimento in cementine esagonali della camera da letto è stato recuperato e la nicchia del camino trasformata in libreria. Il pavimento in cementine mantiene l’originale decoro con una cornice perimetrale più scura, nei colori rosso e nero, e una centrale chiara, con una “macchia” scura nel mezzo. Al colore più chiaro si ispira il pavimento della zona giorno che con la sua tonalità enfatizza la luminosità dei locali.

L’ingombrante calorifero all’ingresso è stato sostituito da due più discreti termosifoni collocati nei vani sottofinestra, sotto nuove mensole che forniscono anche un piano d’appoggio. Modernità e memoria storica convivono in questo progetto senza cadere in un approccio nostalgico. 

Le piante del progetto

Scheda progetto

Progetto
Studio Wok
Fotografie
Federico Villa studio
Costi
27.000 LAVORI EDILI
5.000 FALEGNAMERIA SU MISURA5.000 CUCINA, ARREDI E LUCI
37.000 TOTALE
I prezzi sono indicati in euro, escluse Iva e forniture se non espressamente specificate
Permessi necessari
* Durata lavori: 2/3 mesi
* Permessi: CILA (Comunicazione di inizio lavori asseverata)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome