Pavimenti moderni | Tradizionali o che imitano

I pavimenti moderni in ceramica, con una varietà quasi infinita di colori, decorazioni, tipi e formati, rappresentano la via quasi obbligata per ottenere superfici che siano nello stesso tempo facili da pulire, resistenti all'abrasione e dotate di gradevole effetto estetico

La scelta dei pavimenti moderni e, più in genereale dei rivestimenti, è un problema che ha sempre una grande importanza nell'ambito dei lavori necessari a completare o a ristrutturare casa: si tratta infatti di un'impresa che comporta un non indifferente esborso di denaro e che, comunque, può dare risultati più o meno apprezzabili. Un determinato tipo di piastrella, infatti, può essere più o meno indicato all'ambiente in cui lo voglia­mo posare e più o meno in tono con lo stile dell'arreda­mento, tutti elementi che spesso è difficile valutare a priori: un buon suggerimento consiste nel farsi prestare dal rivenditore diversi campioni di piastrelle da interno per provare ad ambientarli direttamente sul posto.

Pavimenti moderni: la scelta del materiale

La scelta del materiale, delle modalità di posa e, eventualmente, del posatore va fatta con molta accortez­za, tenendo conto del tipo di utilizzo e della durata richie­sta ma senza trascurare even­tuali possibilità di risparmio: nei magazzini specializzati si trovano ad esempio "scam­poli" di piastrelle di buona qualità ma disponibili in quantità limitata e quindi vendute ad un prezzo assai interessante, con sconti che spesso superano il 50% rispetto al listino; queste occasioni si rivelano tali solo se il quantitativo che ci viene offerto supera del 10-15% il nostro fabbisogno teorico, in quanto bisogna tener conto degli sfridi e dell'opportunità di conservare qualche pia­strella di scorta.

scegliere pavimenti moderniPer quanto riguarda i tipi di piastrelle da preferire, la gamma è talmente vasta da sconcertare l'acquirente ma, restando nel campo delle più diffuse piastrelle di ceramica, teniamo conto del fatto che esistono due tipi principali.

  • La piastrella tradizionale è fabbricata con due successivi procedimenti di cottura, il primo che riguarda la "terra" ed il secondo che concerne Io smalto: con questo sistema si ottiene più facilmente un prodotto con precise caratte­ristiche dimensionali ma, per contro, lo strato di supporto è piuttosto assorbente e, quin­di, non è adatto ad una posa in esterni, essendo sensibile al gelo;
  • le piastrelle in mono­cottura, invece, si realizzano cuocendo a temperatura ben più elevata sia la formella di argilla sia lo smalto superfi­ciale, con un maggior rischio di deformazioni in fase di produzione: non tutti gli esemplari, quindi, si prestano ad essere venduti e, per quel­li prescelti, il costo è ovvia­mente maggiore. Le piastrel­le monocottura sono però più robuste e possono essere posate anche in esterni.

Molto robuste ed un tempo altrettanto diffuse sono poi le piastrelle in graniglia, ottenu­te impastando cementi spe­ciali con ritagli di marmo, pietra od altro materiale iner­te di elevata durezza: lo stra­to superficiale soggetto ad usura ha uno spessore consi­derevole, tanto che risultano possibili più interventi di lucidatura.

Pavimenti moderni che imitano

Un cemento spatolato che non è di cemento, un parquet che non è di legno, marmi di ogni sorta che nascono da un ciclo produttivo di poche ore: sono solo alcuni tra i volti dei nuovi pavimenti moderni in grès porcellanato, fiore all’occhiello del distretto della ceramica per l’architettura, che con grandi formati e spessori millimetrici offre possibilità illimitate per rivestire superfici orizzontali e verticali, siano esse pareti, pavimenti o strutture, nelle nuove costruzioni ma ancor più nelle ristrutturazioni.

Il pavimento piastrelle in ceramica era utilizzato quasi esclusivamente in bagno e in cucina, ma grazie a questi progressi, resi possibili in buona parte dalle tecnologie digitali, sta conquistando tutti gli ambienti domestici. Per contro, ha perso un po’ della sua egemonia proprio nel suo regno, ovvero il bagno, cedendo il passo a nuovi materiali sviluppati per contrastare quel “rigore” tipico della ceramica, soprattutto per ciò che riguarda i sanitari.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome