L’arte della hygge, per una casa allegra e creativa

Il termine Hygge deriva dall'antica radice nordica Hu, "pensiero, mente, coraggio", mutuata poi nel danese hygge "consolare, incoraggiare". La stessa radice ha dato origine al verbo inglese to hug, abbracciare. Una casa hygge è un luogo in cui trascorrere del tempo di qualità con le persone che si amano, senza stress. Qualche trucco? Niente disordine, candele accese, tanti cuscini e riciclo creativo

In questo numero vi porteremo in Danimarca, precisamente a Aahrus, in una casa di 130 mq che è l'esemplificazione della Hygge, all'insegna del riciclo e della cura per un'atmosfera calda e accogliente.
Più che una casa, è un rifugio dove la cifra dominante è l’allegria. In effetti se la stilista danese Anne fosse costretta a vivere in una casa tutta bianca, tra tinte neutre e nuance crema, probabilmente scapperebbe subito. Il suo approccio giocoso all’interior design si combina alla volontà di non sprecare (tutto è di seconda mano) e di dare libero sfogo alla creatività. Nell’appartamento sono stati conservati tutti i soffitti e le pareti originali in stucco e a ciascun ambiente è stato dato molto carattere, personalizzandolo con tappezzerie, dettagli curati o mobili di grande personalità, senza distruggere i bellissimi particolari originali.

Scheda progetto
Progetto
In collaborazione con Houzz
Fotografie
Mia Mortensen

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome