Nuovo volto agli ambienti con i mattoni a vista

Orsol
Ambienti domestici dal sapore industriale e dall’animo vintage, freddi ma accoglienti, dall’aspetto grezzo ma intimamente sobrio. Con un rivestimento in mattoni faccia a vista si può, senza dimenticare che anche un materiale così semplice ha le sue regole

Adatti a ogni possibile combinazione e altamente versatili, sono l’ideale per chi ama lo stile vintage o industrial. E se siete più romantici e amate le atmosfere calde, bastano pochi accorgimenti per dare un nuovo volto agli ambienti. Con i mattoni a vista la stessa stanza acquista calore e un senso di familiarità che, con il giusto arredamento e buoni accostamenti cromatici, daranno una immediata sensazione di comfort e relax.

Quando si decide di lasciare il mattone del colore naturale (rosso o marrone) bisogna tener presente che potrebbe togliere luminosità alla stanza, quindi, l’ideale sarebbe applicarli come rivestimento solo a una parete lasciando le altre bianche e aggiungendo all’arredamento toni e texture naturali. Il risultato sarà un ambiente caldo ma non opprimente, luminoso e personale. La sua realizzazione, inoltre, non è molto costosa, se la mettete in opera da soli.

FT1Individuate la parete che volete trasformare e scegliete la tonalità dei mattoni da rivestimento (o “mezzi mattoni”) più adatti al vostro ambiente, potrebbe essere in soggiorno, ma anche, perché no, nella stanza da bagno. Dopo aver preparato la malta, proteggete il pavimento con un foglio di plastica. Iniziate, quindi, la messa in opera della prima fila di elementi (corso): stendete uno strato di malta, sul quale poggiate, e battete con la cazzuola, i mattoni, che devono essere perfettamente orizzontali. Per controllare che siano in piano potete usare una livella. Le unioni in verticale di due file non devono coincidere: per ottenere che i giunti di un corso si alternino con quelli del corso successivo, inserite mezzi mattoni, ricavati spezzando con il martello quelli interi. Per assicurarsi che ogni corso risulti perfettamente orizzontale e allineato, ponete in opera due file lunghe solo uno o due mattoni più alte della fila alla quale state lavorando, partendo dai lati esterni. Controllate spesso la perpendicolarità della parete: gli elementi devono risultare ben aderenti al muro retrostante.

Per finire i giunti usate una tavoletta che abbia al centro del lato corto una linguetta di 1 centimetro. Dopo circa un’ora, raschiate con questo attrezzo tutti i giunti. Rimuovete poi la malta in eccesso con una spazzola morbida. Dopo un’altra ora levigate i giunti con la cazzuola adatta (cazzuola per giunti larga 10 millimetri). Nel lavorare con la malta fate attenzione che le superfici in vista dei mattoni rimangano pulite. Rimuovete eventuali macchie dopo l’essiccazione della malta con acido muriatico diluito (inu

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome