Verso la proroga del bonus mobili

Dovrebbe essere prorogata la norma che consente di detrarre il 50% delle spese sostenute per mobili ed elettrodomestici. In arrivo anche un bonus per il verde urbano e uno per le assicurazioni contro le calamità

Molto probabilmente il bonus mobili sarà prorogato per tutto il 2018. È quanto prevede la nuova bozza della manovra approvata dal consiglio dei ministri del 16 ottobre. Come anticipato da Il Sole 24 Ore, infatti, se non ci saranno ulteiori cambi di fronte si potrà ancora fruire della detrazione del 50% delle spese sostenute per mobili e grandi elettrodomestici destinati a immobili oggetto di ristrutturazione anche nell’ambito di interventi edilizi iniziati a partire dal gennaio del 2017. La detrazione ha un tetto di 10mila euro.

Sempre dal Sole 24 Ore arriva anche la conferma che è stato introdotto per il 2018 un bonus per il verde urbano: sarà detraibile una cifra pari al 36% delle spese documentate relative a giardini, terrazzi, balconi, fino a un massimo di 5.000 euro per ogni unità immobiliare.

Ma non è tutto: la bozza di manovra introduce anche un bonus fiscale per chi assicura l'abitazione da calamità naturali. La novità interessa le compagnie assicurative e i proprietari di casa: oltre alla detrazione Irpef del 19% sul premio pagato scompare la cosiddetta "tassa occulta" del 22,25% che incide sui premi.

Proprio recentemente FederlegnoArredo (la Federazione italiana delle industrie del legno a dell’arredo) aveva sollecitato la proroga del bonus mobili, auspicando anche anche che il provvedimento possa diventare una misura strutturale, cioè definitiva e non da replicare di anno in anno. Si tratta di un’agevolazione decisamente apprezzata dai consumatori italiani, come dimostrano i dati elaborati a partire delle dichiarazioni dei redditi della Consulta Nazionale dei Caf: dalla sua introduzione un totale di 860.000 italiani hanno beneficiato del bonus mobili, per una spesa di oltre 4,5 miliardi di euro. “Non si tratta di un regalo alle aziende - ha puntualizzato Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo - ma di uno strumento di politica industriale, che ha dimostrato di essere un incentivo all’economia reale e ha giocato un ruolo fondamentale nel far ripartire il mercato interno”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here