Situata a Lignano Sabbiadoro, questa villa unifamiliare si presenta come dei cubi sovrapposti alleggeriti da grandi aperture vetrate che danno una senso di continuità tra l’interno e l’ambiente circostante dove la piscina porta luce e raffrescamento naturale.

La villa si sviluppa su due livelli: il primo incassato nella duna di arena ed il secondo, a sbalzo sul primo, protetto dal tetto giardino.

La zona giorno, al primo piano, è affacciata su una loggia a sbalzo sulla piscina. L’accesso all’ingresso principale avviene attraverso una scala che visivamente sale fino al primo piano. La copertura piana con tetto verde è stata scelta al fine di ospitare i pannelli solari termici e per la predisposizione di quelli fotovoltaici.

Ampie vetrate a sud e corretta coibentazione di tutto l’involucro edilizio garantiscono un benessere termico sia nell’uso estivo che in quello invernale. A nord dell’edificio, invece, due strette e lunghe finestrature percorrono la facciata portando illuminazione naturale e diffusa ai corridoi interni e fungendo da estrattori naturali di aria calda nel periodo estivo.

Infine, pannelli solari, impianti radianti a pavimento, pareti ventilate in legno, pietra naturale, illuminazione artificiale controllata a basso consumo e un giardino feng-shui sono la prova di una casa mediterranea al passo con la sostenibilità.

Scheda progetto
Progetto
Arch. Marco Marchesi
Foto
Maurizio Cavallasca

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here