Una scultura per riscaldare i bagni di piccole dimensioni

Con soli 26 cm di larghezza e 24 di spessore, Othello Mono Slim di Ridea è un termoarredo di design adatto a bagni di piccole dimensioni, installabile anche tra due sanitari

Anche un bagno di piccole dimensioni, che si tratti dell'unico servizio di un monolocale oppure del secondo bagno di una casa più ampia, può essere un ambiente gradevole e di tendenza nell'aspetto estetico. Rivestimenti, sanitari, mobili e, non ultimo, i termoarredi, concorrono a disegnarne l'aspetto. Tutto, però, deve essere di dimensioni contenute.

Othello Mono Slim nella finitura Noir 200 sablè

Proprio per questo tipo di esigenza Ridea (marchio di Radiatori 2000) ha progettato Othello Mono Slim, una linea di termoarredi in alluminio estruso, essenziale e lineare, composto da soli due elementi che costituiscono il corpo scaldante verticale, a cui si aggiunge un accessorio funzionale ed estetico costituito dal fascione porta salviette. Dal punto di vista tecnico, nonostante le ridotte dimensioni il termoarredo offre elevate prestazioni: il suo sottile spessore e la forma ellittica, ne incrementano infatti la potenza termica.
Le due dimensioni (soli 26 cm di larghezza e 4 cm di spessore) consentono di posizionarlo comodamente anche tra due sanitari, senza togliere quindi spazio agli arredi. Ampia è la palette di finiture disponibili che ne esaltano le linee semplici e si sposano con la preziosa cromatura del fascione orizzontale.

Othello Mono Slim è proposto nella versione idraulica e in quella elettrica, quest’ultima prodotta con la tecnologia sostenibile Liquid Stone, brevettata dalla stessa azienda. Questa tecnologia non utilizza olii o resistenze in pietra, ma materiali naturali che, amalgamati attraverso un processo a bassissime emissioni di CO2, permettono al radiatore di riscaldarsi in modo più uniforme lungo tutta la superficie radiante, con conseguenti vantaggi in termini di efficienza energetica. In più, vengono scongiurate eventuali perdite d'olio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here