Una doccia nuova in poche mosse e (quasi) senza cantiere

Il pannello Eos di Damast è pensato per semplificare le operazioni di ristrutturazione in bagno e consentire l'installazione di una doccia nuova in pochi passaggi

Passare dalla vasca da bagno alla doccia non sempre corrisponde a un percorso semplice e indolore, perché qualche volta alla scelta di trasformare il proprio bagno seguono passaggi complessi e impegnativi; ma esiste un'alternativa per avere una doccia nuova senza dover ricorrere a interventi murari: si tratta del pannello doccia Eos di Damast.

Il sistema Eos è composto da un pannello in acciaio inossidabile cromato (mirror finishing), con miscelatore meccanico e deviatore incorporato. È inoltre completo di soffione con funzione a cascata e getti frontali e ddella doccia a mano monogetto Link, con flessibile antitorsione Satilux. Il fatto di avere a disposizione un pannello tanto equipaggiato permette di installare una doccia nuova in bagno senza dover aprire un cantiere.

Nel caso in cui si voglia passare dalla vasca alla doccia, ad esempio, il pannello, nelle dimensioni di 20 cm di larghezza, 4 di profondità e 140 di altezza, può essere installato andando a coprire le prese d'acqua pre-esistenti, senza dover intervenire sulla ceramica o sulla finitura esistente in modo invasivo. Il sistema è utile anche nel caso in cui si voglia sostituire la doccia esistente, con box, con un nuovo modello walk-in.

Come accessori, a garanzia di comfort, il pannello Eos è corredato di soffioni con ugelli flessibili in silicone, dotati di dispositivo Easy Clean, per garantire una facile rimozione dei depositi calcarei.

Damast si presenta come promotrice di un nuovo modo di vivere il bagno, mettendo al centro la "cultura della doccia" e declinando questo elemento per fare in modo che sia confortevole, funzionale e innovativo in ogni tappa del suo percorso, dal prodotto in sé alle fasi di posa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here