Una casa sull’albero che rispetta la natura

casa sull'albero
Una casa sull'albero: un'alternativa green che celebra la sostenibilità ambientale. Ecco il modello di Davide Giovati per Jove

Casa sull'albero: solo un sogno? Assolutamente no, stanno diventando realtà. Ne è esempio la casa-studio progettata da Davide Giovati, co-fondatore di Jove, in provincia di Parma.

Ma come è nata questa idea? Quali sono le competenze richieste per realizzare questa tipologia di abitazione? L'idea nasce da un volo che l'imprenditore fa a bordo dell'aereo di un amico, Mario, colui che poi diventerà il committente.

casa sull'alberoDurante il volo Mario confessa a Davide di avere un sogno, quello di realizzare una casa/studio su un albero del parco di casa. Ma confessa anche di non avere la minima idea di come fare. Giovati resta affascinato da questo sogno e quando Mario gli mostra un modello di questa casa fatto da lui stesso, si propone di realizzarla. Saluta dunque l'amico con la promessa di risentirsi a breve.

Iniziando a lavorare al modello, si rende conto che le competenze ingegneristiche non erano abbastanza. Andavano coinvolte figure con competenze diverse come i botanici per le piante su cui doveva essere costruita (pioppi), gli staff tecnici di aziende del settore nautico per i sistemi di aggancio e reazioni del vento sugli stessi, aziende di trasporto e movimentazione aerea, per la logistica.

La Casa sull'albero è una struttura di legno portante appesa su un albero e tutto l'impianto statico è vincolato dalle strutture a telaio in legno lamellare. Queste strutture definiscono l'involucro dell'edificio e sono i cavi di acciaio a sostenere e collegare la costruzione agli alberi portanti.

Il progetto, realizzato in una residenza privata in provincia di Parma, parte da una visione diversa rispetto alla tradizionale: questa casa si guarda infatti dal basso verso l'alto, ma più che altro essa è frutto di una certa responsabilità, sia progettuale sia ambientale. L'edificio, infatti, è appeso a 4 pioppi disposti a forma di croce. Si trova a circa dieci metri di altezza dal suolo a cui è collegato tramite una scala in legno. Inoltre è  dotata d’impianto idraulico ed elettrico per le esigenze basilari del committente che l’ha pensata come studio privato.

Particolarmente complessa è stata la valutazione circa la connessione dei cavi in acciaio e dei tiranti fra edificio e tronco. Obiettivo primario era infatti quello di non danneggiare la vita delle piante e non intaccarne le vie linfatiche: il rispetto della natura è stata la via imprescindibile. Grazie a questo progetto Jove ha consolidato l'idea che la sostenibilità ambientale è prima di tutto conoscenza e rispetto per la natura e solo in questi termini è un valore perseguibile.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome