Un attico nel quartiere romano Tuscolano

tuscolano
I termoarredi Cordivari sono protagonisti delle pareti di questo attico ristrutturato nel quartiere romano Appio-Tuscolano

All’interno di un palazzo anni Cinquanta, nel quartiere romano Appio-Tuscolano, un attico si rinnova per diventare un rifugio per una giovane famiglia, soddisfacendo le esigenze dei nuovi proprietari.

L'armonia della pianta è garantita dalla suddivisione dello spazio in due aree. Il più conviviale ospita la cucina, il soggiorno e la dispensa. Il più intimo ospita servizi e camere da letto.

Gli interni diventano ricchi. La presenza di marmo, legno e blu domina la cucina. Qui i materiali interagiscono con il vecchio muro di mattoni e con gli schermi di vetro ramati. La predominanza del bianco in questo attico a Tuscolano si alterna a colori e arredi forti, la presenza di strisce di luce e il pavimento, le cui variazioni segnano gli spazi differenti.

I termoarredi Cordivari caratterizzano le pareti. Nella camera delle bambine il rosso del modello Arianna vivacizza l’ambiente in cui gioco e intimità si alternano per crescere insieme, nella zona living il termoarredo Arianna viene proposto su uno sfondo con giochi geometrici.

Per gli ambienti bathroom sono stati scelti i modelli Alice.

Per approfondire: I radiatori Arianna - Alice

Arianna sono i radiatori Cordivari dal design minimal che cerca l’essenzialità della forma, così da potersi adattare ad ogni ambiente, arredando con stile e coniugando estetica e funzionalità, grazie ad una resa termica ottimale. 

Arianna e Alice si presentano in molteplici altezze e larghezze per adattarsi a qualsiasi ambiente; nella versione STF sono disponibili interassi specifici per sostituzioni, rendendoli perfetti in caso di ristrutturazioni e posizionamento sottofinestra. Personalizzabile in oltre 80 colori, tra tinte lucide, opache e materiche.

Scheda progetto
Progetto
DFR Architecture
Team
Gaetano De Francesco, Giulia Capozi
Fotografo
Fabio Bascetta
Website
www.dfrarchitecture.com

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome