giardino pensile
Un terrazzo trasformato in giardino pensile, con l’utilizzo della stratigrafia per il verde pensile Harpo. Il giardino è differenziato in due aree, una trattata con ghiaino fine di due colori (nero e rosa) e camminamenti in legno di castagno, l’altra a ridosso del parapetto in muratura, trattata con terriccio e bordure di arbusti di svariate dimensioni come la Perovskia atriplicifolia, le Spiree, la Forsythia intermedia e l’Abelia grandiflora che insieme a tappezzanti come la lonicera (Lonicera nitida aurea e Lonicera nitida) e il Plumbago larpentae creano lo “scheletro” del terrazzo. Affiancati agli arbusti spiccano numerose graminacee ornamentali come l’imponente Miscanthus sinensis zebrinus e diverse erbacee perenni (Achillea millefolium, Hemerocallis) che, grazie alle copiose e prolungate fioriture colorano il terrazzo durante i mesi estivi e primaverili. L’elemento focale del terrazzo è un’area circolare realizzata con ciottoli di castagno tagliati, con tavolo Emu Re-trouvé, sedie Emu Aero, tutti in acciaio verniciato bianco e grande ombrellone Emu Shade. Ph. Fabrizio Esposito

Un terrazzo trattato a verde è una vera e propria isola di benessere anche dal punto di vista ambientale. Il verde infatti contrasta il fenomeno delle isole di calore urbane, abbassando le temperature estive sempre più elevate.

Combinare in un terrazzo vegetazione fitta e materiali di pavimentazione che non trattengono il calore (come il legno), integrando anche strutture ombreggianti naturali (quali rampicanti) o artificiali (come tettoie in cannicciato o vele in tessuto di colore chiaro) sono tutte soluzioni che ci permettono di vivere il terrazzo in tutte le ore del giorno, apportare frescura anche all’interno della casa e contrastare anche l’inquinamento urbano. 

Soluzione interessante è il giardino pensile, un vero e proprio giardino in terra realizzato direttamente sulla soletta del terrazzo. Una stratigrafia fatta di elementi tecnologici quali un telo di impermeabilizzazione, dei pannelli di drenaggio e un terriccio (substrato) leggero possono essere posti direttamente sulla soletta e si può avere un vero e proprio giardino, con erba, arbusti, piante e anche orti. I giardini pensili sono anche efficaci per isolare gli edifici: se per esempio avete dei locali al di sotto, questi d’estate saranno incredibilmente freschi perché il picco di calore sulla soletta si abbassa notevolmente, grazie alla terra che isola i locali sottostanti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here