Spazi recuperati attorno alla piscina

L’affaccio principale verso la piscina è caratterizzato dalla sovrapposizione del terrazzo al portico. I colori ricordano i laterizi, prodotti tipici delle fornaci della zona. Sul terrazzo una “feritoia” in facciata consente l’osservazione delle stelle.

Nel paesaggio toscano delle colline di Cortona, una dépendance a servizio della piscina è stata ristrutturata e ampliata per realizzare nuovi spazi di convivialità

L’edificio originale era nato come dépendance per l’utilizzo della piscina, realizzata con doppia profondità e trampolino per i tuffi, per rispondere alla passione per il nuoto della famiglia. La struttura anni 60 con copertura a doppia falda inclinata è stata poi inglobata nella nuova costruzione, all’insegna della volontà di recuperare e utilizzare l’esistente.

All’interno, arredi di famiglia sono stati restaurati e rivisti con nuovi rivestimenti e decorazioni, mentre verso la piscina, vero fulcro del progetto, affacciano un nuovo portico e il terrazzo sovrastante. I colori tipici delle fornaci presenti in zona - siamo in Toscana sulle colline di Cortona - rivestono la facciata e i pilastri, ma il carattere etrusco è volontariamente “smorzato” da colori freschi e vivaci.
La travatura del portico, quindi, diventa bianca, mentre un colore diverso, principalmente nei toni del verde e dell’arancio, caratterizza diversamente ogni ambiente. La scala di collegamento interno è realizzata con una lamiera in ferro pressopiegata, mentre il legno riveste alzata e pedata.

Linee geometriche e semplici circondano gli spazi esterni, trattati a cemento lisciato, anche con inserti in pigmenti naturali di colore verde, come sul terrazzo. Quest’ultimo ripropone il ritmo dei pilastri presenti nel portico, a sostegno del parapetto in ferro, che con la sua leggerezza di disegno lascia aperta la vista del paesaggio.
L’ombreggiatura degli spazi di ristoro è garantita nel portico da tende con tessuti indiani a righe colorate, mentre sul terrazzo sono due tende a vela tenute da tiranti a fornire protezione dal sole, mantenendo la leggerezza del prospetto.
Al piano superiore una stretta finestra, quasi una fessura, al centro della facciata, diventa punto di osservazione del cielo. Spazi pensati per essere vissuti all’insegna della convivialità, tra sole e ombra, circondati dalla natura e dai colori.

PROGETTO
Arch. Cinzia Galimberti
FOTOGRAFIE
Cristina Fiorentini

Questo progetto è stato pubblicato sul numero 4/2017 di Come Ristrutturare la Casa (leggi qui un estratto). Per conoscerne i dettagli con i costi e vedere le planimetrie, acquista la rivista.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here