Quando carta da parati e acqua formano una bella coppia

Le porte del bagno si aprono per far spazio alla carta da parati di ultima generazione, che non teme acqua e umidità e non ha limiti stilistici

Sono lontani i tempi in cui la carta da parati non era ammessa negli "ambienti umidi", come la cucina e, soprattutto, il bagno. Oggi l'innovazione tecnologica ha cancellato questi confini, permettendo di rivoluzionare l'interior design del bagno anche attraverso l'applicazione della carta da parati di ultima generazione, come propone Instabilelab.

Fibra Glass e Fibra Tex, infatti, sono alla base delle nuove soluzioni. Nel primo caso si tratta della combinazione fra fibra di vetro e appretto, nel secondo il materiale si basa sul tessuto di vetro; entrambe le soluzioni permettono non solo di essere applicate in ambienti umidi, addirittura anche nel box doccia, ma offrono una particolare texture. La resa, infatti, non è liscia al tatto, come succede con la tradizionale carta da parati, ma la superficie sembra proprio rivestita da un tessuto.

L'evoluzione tecnologica non ha ripercussioni stilistiche: Instabilelab, infatti, propone grafiche creative di diversa tipologia: elementi ispirati alla natura, architetture stilizzate, sfumature e giochi di colore fra palette ton sur ton, disegni, foto e creazioni originali per pareti in grado di interpretare il gusto di ogni committente.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here