Living con cucina in scatola

La realizzazione di una cucina che sembra racchiusa in una nicchia dà carattere a tutto lo spazio living, ottenuto eliminando piccoli ambienti in favore di un unico, ampio locale

L'intervento

Un appartamento completamente rivisto sia nella distribuzione degli ambienti sia nella concezione dello spazio, a partire dal living: la divisione zona pranzo - zona relax, infatti, viene ripensata in modalità open space, eliminando completamente i muri che originariamente delimitavano un ingresso, un’angusta cucina, un bagno e un piccolo soggiorno. È stata poi realizzata una sorta di “scatola” in muratura, sottolineata da un rivestimento grigio scuro, che racchiude la cucina e nasconde gli elettrodomestici alla vista. Sfruttando questa nuova struttura è stata ricavata anche una lavanderia, mentre l’esterno è stato invece trasformato in una libreria a ripiani.

Progettata negli anni 60 con la tipica concezione degli ambienti domestici di quel periodo, questa casa si presentava con un corridoio cieco da cui si accedeva a locali piccoli e poco luminosi. Il progetto ha previsto la totale eliminazione dei muri interni, rivedendo completamente la pianta. Ne è risultato un appartamento con un ampio soggiorno con cucina a vista, con un disimpegno che conduce a un bagno, a una lavanderia e a una spaziosa camera da letto. Il fulcro e l’anima di tutto il progetto è però proprio la cucina, pensata come un volume a sé all’interno di un volume più grande, come in un gioco di matrioske.

La cucina si spalanca sul soggiorno attraverso un alto bancone che, grazie al top sporgente, fa anche da piano d’appoggio per colazioni e snack.

È stata realizzata in muratura, rasata a gesso, completata con cartongesso e, per rendere più evidente l’effetto “monoblocco”, è stata tinteggiata con uno smalto all'acqua satinato in un grigio scuro, quasi nero, che spicca sui toni chiari del resto del soggiorno. In più, sempre per sottolineare questo gioco di volumi, su un lato è stata montata una finestra che dà direttamente sulla porta d’ingresso, separandola quindi da questo disimpegno ma lasciando filtrare la luce.
Verso il soggiorno la cucina si affaccia con una penisola e, nascoste alla vista, sono state incassate le colonne frigo e la dispensa. Grazie alla scelta di intervenire con una soluzione in muratura, è stata ricavata una serie di nicchie, sia interne alla cucina sia rivolte verso l’esterno, sfruttate come libreria.
Non solo: è stato ritagliato lo spazio anche per una lavanderia, piccola ma ben accessoriata, a cui si accede dal corridoio della zona notte. Stile minimal anche per l’arredo, sia del soggiorno sia della camera da letto, con pochi ma studiati elementi: le nicchie e i vani contenitori nascosti alla vista enfatizzano lo stile minimale che caratterizza tutta l’abitazione e liberano lo spazio domestico dall’esigenza di avere elementi d’arredo superflui.

PROGETTO
MARGstudio
FOTOGRAFIE
Sara Magni

Questo progetto è stato pubblicato sul numero 6/2017 di Come Ristrutturare la Casa (leggi qui un estratto). Per conoscerne i dettagli con i costi e vedere le planimetrie, acquista la rivista.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here