La cucina moderna: quali sono le tendenze?

la cucina
La cucina del 21° secolo? Uno spazio centrale della casa, multifunzionale, eco-friendly, unisex e sempre più protagonista sui social media

Che posizione ricopre la cucina oggi giorno? Che tipo di spazio è? E ancora: chi sono i protagonisti di questo ambiente? Le risposte arrivano dalla ricerca “Global Kitchen: la cucina, fulcro della casa moderna condotta da Silestone Institute, piattaforma di studio e ricerca a livello internazionale promossa da Cosentino.

L'obiettivo? Proporre di offrire un quadro di analisi sulle conseguenze e le sfide derivanti dalla nuova centralità dello spazio cucina, mettendone in luce il significato nella vita quotidiana individuale e familiare.

Il metodo? Interviste individuali somministrate a 23 professionisti internazionali in diverse discipline (chef, sociologi, architetti, interior designer, nutrizionisti, influencer ed esperti di cucina e gastronomia) e a consumatori finali di età compresa tra i 18 e i 65 anni, di estrazione sociale media, medio-alta e alta e appartenenti a paesi tra loro culturalmente lontani tra cui Italia, Australia, Canada, Scandinavia, Singapore, Spagna, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito e Stati Uniti. Parallelamente, in otto paesi (tutti quelli elencati sopra ad eccezione della Scandinavia) è stato proposto anche un breve sondaggio sul rapporto tra cucina/gastronomia e social network, attraverso la pagina Facebook di Cosentino.

I risultati emersi evidenziano come:

  1. La cucina ricopre un ruolo centrale all’interno della casa e influenza notevolmente gli altri ambienti domestici. Il 40% degli utenti ha infatti scelto di convertire questo luogo a spazio per la convivialità e il lavoro.
  2. È uno spazio dove si manifesta grande attenzione nei confronti dell’ambiente. Il 35% degli utenti separa correttamente i diversi tipi di alimenti e materiali; il 21,6% ha
    ridotto l’impiego di plastica; il 16% ricicla in misura maggiore rispetto al passato; il 26,9% usa responsabilmente acqua ed energia; il 52,2% riutilizza le proprie borse per la spesa e sceglie prodotti privi di imballaggio; il 20,3% acquista in diversi punti vendita per essere sempre sicuro sull’origine e la qualità degli alimenti; il 14,5% preferisce prodotti sfusi e il 13% acquista online.
  3. Grande attenzione anche per la salute. Il 50% ha cambiato le proprie abitudini alimentari, compiendo scelte più salutari sia nell’acquisto, che nella cottura dei cibi
  4. Si assiste a una progressiva distribuzione dei compiti all’interno delle famiglie. Il 30% degli uomini cucina abitualmente a casa
  5. É un territorio presidiato dai social media. L’84% degli utenti utilizza i propri canali social per trasmettere messaggi e consigli legati a tecniche di cottura, alimentazione e stili di vita sostenibili. Inoltre, gli chef più celebri hanno avuto un ruolo fondamentale, sostituendosi alle figure femminili un tempo deputate alla trasmissione delle tradizioni culinarie e condividendo le loro esperienze attraverso i social, i programmi TV, i libri e i blog.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome