La casa ispirata alla hygge

Dalla Danimarca arriva un’abitazione molto particolare, dove regna la creatività e l’atmosfera è allegra e accogliente. Tutto ha molta personalità, dalle tappezzerie ai mobili ai complementi

In questa puntata della rubrica "paese che vai casa che trovi", realizzata in collaborazione con Houzz, vi porteremo in Danimarca e precisamente a Aahrus, in una casa che è l'esemplificazione della Hygge, all'insegna del riciclo e della cura per un'atmosfera calda e accogliente (per approfondire il tema,  vi consigliamo "Hygge. Il metodo danese dei piaceri quotidiani", scritto da Louisa Thomsen Brits ed edito da Sperling & Kupfer).

"Hygge" è un'antica tradizione che avrebbe reso i danesi il popolo più felice del mondo, perché hanno capito come rendere speciale ogni luogo e ogni momento. Il termine deriva dall'antica radice nordica hu, che indica pensiero, mente, coraggio, mutuata poi nel danese hygge (consolare, incoraggiare). Una casa hygge è un luogo in cui trascorrere del tempo di qualità con le persone che si amano, senza stress. Qualche trucco? niente disordine, candele accese, tanti cuscini e riciclo creativo.
La casa che vi presentiamo è un rifugio dove la cifra dominante è l’allegria. In effetti se la proprietaria, stilista danese Anne, fosse costretta a vivere in una casa tutta bianca, tra tinte neutre e nuance crema, probabilmente scapperebbe subito. Il suo approccio giocoso all’interior design si combina alla volontà di non sprecare (tutto è di seconda mano) e di dare libero sfogo alla creatività. Nell’appartamento  sono stati conservati tutti i soffitti e le pareti originali in stucco e a ciascun ambiente è stato dato molto carattere, personalizzandolo con tappezzerie, dettagli curati o mobili di grande personalità, senza distruggere i bellissimi particolari originali.

➊ Per la padrona di casa la decorazione a strisce era un must per creare un colorato insieme in cui convivono tessuti diversi, un lampadario nero, trofei di caccia ravvivati a vernice e una mensola gialla in acrilico.

 

➋ La casa è una tela bianca che si deve personalizzare. Per le pareti della sala da pranzo è stata scelta una carta da parati molto semplice, a pois dorati e su un modello più ricercato, con un motivo di fenicotteri

➌ Il bagno, un ambiente molto semplice tutto sulle tonalità del bianco, è stato caratterizzato da punte audaci di colore, come il verde menta, e dalla presenza dell’immancabile fenicottero, questa volta rosa, posizionato sul davanzale.

➍ Il rustico tavolo con assi in legno e cornice in ferro battuto è stato scovato in un negozio dell’usato e si accompagna a sedie riciclate di diverso tipo e colore, tutte decorate dalla proprietaria.

➎ I dettagli in giallo ricorrono in tutta la casa (la consolle a sinistra, il tavolino in sala da pranzo, le lampade in acrilico a sospensione sopra il grande tavolo in legno grezzo), senza che il tema rischi di diventare ridondante e, dunque, soffocante.

➏ La parete delle scale che porta al primo piano è stata vivacizzata da un collage fantasioso  di elementi decorativi: la decoratrice prende un insieme di cose senza pensare troppo, le dispone sul pavimento e trova così l’ordine più congeniale al suo gusto.

➐ Il divano a due posti è un ritrovamento di molti anni fa della padrona di casa: è stato “rivitalizzato” ridipingendone il telaio e ricoprendone i cuscini con lana grigia, per dare al mobile un aspetto più grezzo e contemporaneo.

 

 

Houzz (www.houzz.it) è una piattaforma online internazionale dedicata alla ristrutturazione e al design di interni e esterni. Grazie a una community molto attiva e ad oltre 12 milioni di foto mette in contatto proprietari di case e appassionati di design con i progettisti e i professionisti della casa, in tutto il paese e in tutto il mondo. Houzz è nato negli Usa e oggi ha altre 15 versioni locali, come Giappone, Australia, Spagna, Francia, Russia e Italia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here