I’m a Dreamer, progetto sociale e sostenibile

i'm a dreamer
Responsabilità ambientale ed impegno sociale: è "I'm a Dreamer", il progetto nato dalla collaborazione di Dorelan, CavaRei e l'Istituto Tecnico di Forlì

I’m a Dreamer, Sogno_Riciclo_Creo è il progetto sociale, creativo e sostenibile presentato pochi giorni fa da Riccardo Tura, Owner e Responsabile Marketing di Dorelan, Mauriza Squarzi, Presidente di Cavarei e Sabrina Lucchi, docente dell’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì presso il flagshipstore store Dorelan in corso Sempione a Milano.

L’obiettivo? Dare nuova vita agli scarti di produzione, ideare prodotti originali e offrire nuove opportunità lavorative a giovani disabili. Tre i protagonisti di questa iniziativa: Dorelan, azienda leader nella produzione di sistemi letto, CavaRei, polo integrato a sostegno della disabilità e l’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì, scuola statale di secondo grado che prepara i giovani all’ingresso nel mondo della moda.

45 sono gli studenti dell’Istituto che hanno partecipato a I'm a Dreamer nell’ambito del programma di alternanza scuola lavoro. Dorelan ha fornito 755 Kg di tessuti e materiali provenienti dai residui di produzione, chiedendo agli alunni di sviluppare prototipi legati al mondo dei sogni e del sonno.

Dei 20 progetti realizzati, l’azienda ha scelto i 6 ritenuti più idonei per la commercializzazione e la produzione che è stata affidata a CavaRei. 

i'm a dreamer“Un’iniziativa non solo sostenibile, ma un progetto di vero e proprio valore che ha avuto la possibilità di dare lavoro a persone con disabilità” - afferma Maurizia Squarzi, Presidente di CavaRei che aggiunge: “I risultati sono già realtà: grazie al progetto abbiamo avuto la possibilità di integrare nella nostra struttura due nuove risorse”. 

“Nato come una qualsiasi formula di alternanza scuola-lavoro, I'm a Dreamer si è trasformato in poco tempo in un vero e proprio laboratorio di idee, dove i giovani studenti hanno avuto modo di mettere in gioco la propria creatività e le proprie competenze” - commenta Sabrina Lucchi, docente dell’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì e coordinatrice del team studenti che ha preso parte al progetto. 

Da fine ottobre 2019, le creazioni, acquistabili in 21 store Dorelan, saranno: il borsone “Olvidar”, la sacca “Queen”, la palla/cuscino “La La Ball”, il portacellulare da ricarica “Viju”, la cuccia “Puppy” e le ciabattine da camera in busta “Neve”. Si tratta di pezzi unici e diversi tra loro perché i residui di produzione sono sempre differenti nelle trame, nei tessuti e nei colori.  

Infine, per quanto riguarda la vendita, “Il prezzo dei prodotti - afferma Riccardo Tura, Owner e Responsabile Marketing di Dorelan - è definito dal costo di produzione sostenuto da CavaRei a cui si aggiungono Iva, i costi di imballaggio e di logistica. Il 15% del ricavato sarà reinvestito in nuovi progetti sociali”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome