Il colore e il materiale giusto per ogni porta

color paint ink can
Ecco qualche pratico consiglio su come scegliere i colori e i materiali più adeguati alla porta della vostra casa

Come scegliere il colore delle porte interne mantenendo un perfetto abbinamento con i pavimenti, i mobili e, in generale, le scelte di stile fatte per la casa, per creare ambienti omogenei e armonici, ma non noiosi?

Le porte laccate bianche si prestano bene a pavimenti di tonalità scure. Tinte calde e colori naturali sono invece adeguati alle pavimentazioni più classiche, beige o sabbia e con parquet. Il vetro, sia trasparente che satinato: ideale per far risaltare pavimenti scuri, lucidi oppure opachi, ma anche ampie pareti chiarissime. Al contrario, il rovere sbiancato è ideale per tutti i pavimenti sia dai toni chiari sia per quelli molto scuri.
Infine è bene prestare attenzione alla scelta di porte coloratissime perché, se abbinate in modo errato, rischiano di creare l'effetto “pugno nell’occhio”.

Scegliere il colore, tuttavia, non è sufficiente. Ad oggi sono presenti anche tantissimi materiali adatti ad ogni esigenza... Scopriamoli ora.

Laminato 

Bamboo laminate flooringLe porte in laminato sono le più economiche, meno pregiate di quelle in legno o in vetro, anche se non mancano quelle di qualità elevata, Made in Italy. Un trucco per valutarne la qualità? Toccate con due dita la porta sul lato superiore e sul lato inferiore dell’anta. Se la porta in laminato è di qualità non sentirete il legno grezzo dell’intelaiatura della porta ma una bordatura in laminato o in abs (materiale plastico) che proteggono le parti non visibili ma vulnerabili della porta. Sono resistenti ai graffi e agli urti, alle infiltrazioni e sono molto igieniche in quanto non contengono nutrimento e umidità in grado di favorire la proliferazione batterica. Il laminato è resistente ai raggi UV e alle macchie, è antistatico e, di conseguenza, facilmente pulibile.

Legno

Calore e accoglienza sono i tratti che subito vengono in mente quando si pensa al legno, il  materiale “vivo” per eccellenza. Le porte in legno sono sicuramente le più versatili, disponibili sia nello stile liscio e minimale, che più elaborato, in essenze chiare e scure. Di costo molto elevato quelle in legno massello, oggi sono più diffuse le porte in finto massello o tamburate. Il legno ha tra i suoi vantaggi il fatto di avere ottime proprietà isolanti e di resistenza. Tra i contro, il fatto di creare superfici più soggette a graffi e che richiedono maggiore manutenzione e accortezze nella fase di pulizia.

Vetro

Sheets of Tempered Window GlassLe porte in vetro sono tra le più gettonate nelle case contemporanee, perché permettono di separare gli ambienti senza mai dividerli completamente, conferendo luminosità e ampliando la percezione dello spazio. Sono ampiamente personalizzabili, a seconda della colorazione scelta, o delle soluzioni opache, satinate o trasparenti, senza dimenticare la possibilità di arricchirle con decorazioni e dettagli. Fondamentale scegliere soluzioni di qualità, con vetri realizzati nel rispetto delle normative di sicurezza, capaci quindi di assicurare ottimi standard di sicurezza. Semplici da pulire.

Laccato

Le porte laccate sono molto apprezzate per la loro vastissima gamma di colori e finiture, che permette di abbinarle perfettamente all’arredo. Sono anche facili da pulire e hanno bisogno di pochissime operazioni di manutenzione, ma risultano più soggette a graffi e danneggiamenti accidentali. Nonostante il laccato sia più delicato del laminato (non è rivestito da un vero e proprio foglio ma semplicemente da qualche strato di vernice), basta evitare spugne abrasive e prodotti aggressivi come l’ammoniaca o l’acetone, che potrebbero creare danni irreparabili.

Alluminio

brokatstreifen_02Una soluzione particolarmente moderna è quella delle porte interne in alluminio, materiale solitamente considerato povero e poco impiegato nelle case. Queste proposte risultano molto pratiche, esteticamente piacevoli e originali se lavorate e studiate nei minimi dettagli. Un vantaggio è la loro leggerezza, ma anche la poca manutenzione richiesta anche per quanto concerne la pulizia. Disponibili con effetto lucido, opaco o ossidato. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome