Il bonus mobili con le ristrutturazioni c’è per tutto il 2018

FederlegnoArredo e Federmobili ricordano che la detrazione fiscale del 50% è attiva per tutto il 2018, per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici associato a una ristrutturazione effettuata a partire dal 2017

Chi ha iniziato un intervento di ristrutturazione in data non anteriore al 1 gennaio 2017, ha la possibilità di usufurire fino alla fine del 2018 del bonus mobili, la detrazione Irpef per l'acquisto di mobili nuovi e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad equipaggiare l'abitazione ristrutturata. Per sfruttare l’agevolazione è necessario solo che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

La detrazione prevista è del 50% su una spesa massima di 10.000 euro - da pagare con bonifico o carta di credito/debito - e  l’importo in detrazione verrà rimborsato in 10 rate attraverso la dichiarazione dei redditi a partire dall’anno successivo all’acquisto. In più, la detrazione è ammessa anche se i beni sono stati acquistati con un finanziamento a rate, a condizione che la società che eroga il finanziamento paghi il corrispettivo con le stesse modalità previste per i privati.
Rientrano tra i mobili agevolabili letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione. Non sono invece detraibili le spese per l'acquito di porte, pavimentazioni, tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo.

Il bonus mobili è una misura che potrebbe fare molto comodo a chi deve arredare una nuova casa, dopo averla adattata ale proprie esigenze, ed è bene che sia conosciuta da tutti per l'impulso che può dare al settore. Per questo motivo il Ministero dell’Economia e delle Finanze, in collaborazione con Federmobili (che rappresenta 20.000 punti vendita), FederlegnoArredo (80.000 aziende produttive) e la Consulta Nazionale dei Caf (20.000 Centri di Assistenza Fiscale Caf), hanno promosso una campagna dal 22 marzo al 4 aprile attraverso oltre 50.000 passaggi di spot pubblicitari nei cinema italiani del circuito Moviemedia, sui social e tramite una divulgazione diretta da parte dei soggetti aderenti alla campagna. Sul sito www.bonusarredi.it sono disponibili i negozi aderenti alla campagna organizzati per area geografica.

La Consulta Nazionale dei CAF, FederlegnoArredo e Federmobili hanno sottoscritto anche un protocollo di collaborazione per monitorare annualmente gli acquisti attraverso l’utilizzo del bonus mobili. Si tratta di un monitoraggio essenziale per supportare con dati oggettivi le richieste di mantenimento dell’agevolazione anche per i prossimi anni.

«Federmobili si impegnerà, insieme a FederlegnoArredo, a richiedere il rinnovo del bonus mobili anche per i prossimi anni - afferma Mauro Mamoli presidente di Federmobili -. Si tratta infatti di una misura strategica per il nostro settore, incidendo per quasi il 10% dei consumi di mobili e arredi in Italia, decisiva per il mantenimento dell’occupazione e utile anche per tutto l’indotto che il settore dell’arredamento genera».

«Il rinnovo dell’accordo con i Caf ci consentirà di avere dati certi sull’utilizzo del bonus mobili, uno strumento che sin dalla sua attivazione ha dimostrato la sua efficacia, muovendo acquisti per un totale di 4,5 miliardi di euro e interessando circa 280mila contribuenti nel solo 2016» aggiunge Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here