I numeri del mercato immobiliare per le nuove costruzioni

mercato immobiliare
L'Osservatorio Abitare Co ha analizzato l'andamento del mercato immobiliare delle nuove costruzioni in otto città italiane, in crescita

Otto fra le principali città italiane sono state studiate per comprenderne l'andamento del mercato immobiliare residenziale relativo alle nuove costruzioni.

Dalle prime cifre, la conferma su un andamento positivo: nel primo semestre del 2019 aumentano la domanda (+4,2%), l'offerta (+1,6%) e i prezzi (+2,6%).

Fra tutte, Milano è la città più dinamica per quanto riguarda l'incremento nelle vendite delle nuove abitazioni (+8,3%), per l'offerta proposta (+22,3%) e per i tempi di vendita ridotti. Le stime, sviluppate dall'Osservatorio Abitare Co. – società di intermediazione immobiliare focalizzata sulle nuove residenze – hanno preso in considerazione l’andamento del mercato immobiliare delle nuove abitazioni a Roma, Milano, Torino, Napoli, Genova, Firenze, Bologna e Palermo.

"Tra le singole città metropolitane", continua l’analisi di Abitare Co., "nel I sem. 2019 la più dinamica è Milano, con un incremento delle vendite di nuove abitazioni del +8,3%, seguita da Bologna (+7,5%), Roma (+5,7%), Genova (+3,8%), Napoli (+3,5%). Le vendite crescono, seppur con valori più contenuti, anche a Torino (+1,6%), Palermo (+1,4%) e Firenze (+1,4%). Ma a crescere non sono solo le vendite, ma anche i prezziche stanno dando segnali di risveglio in tutte le città metropolitane (in media +2,6% sul I sem. 2018), con Bologna (+4,8%) e Milano (+4,5%) le città più vivaci. Il prezzo medio al mq per acquistare un’abitazione nuova è di €4.230: le città più care sono Milano con €5.250 (+4,5% sul I sem. 2019) e Roma con €5.150 (+2,2%); seguono Firenze con €4.850 (+1,1%), Torino con €4.550 (+2,4%), Napoli con €3.900 (+2,6%), Bologna con €3.850 (+4,8%), Genova con €3.350 (+1,5%) e Palermo con €2.950 (+1,3%)".

Stime anche per quanto riguarda i tempi, che sono di media 4,9 mesi, andando dai 3,5 mesi di Milano ai 7,1 di Genova.

Con questi numeri come punto di partenza, le prospettive sono positive: "Le previsioni sono positive per tutta la seconda parte dell’anno, anche se restano le incognite sul 2020 derivanti soprattutto alle dinamiche macroeconomiche del Paese – sottolinea Alessandro Ghisolfi, Responsabile del Centro Studi di Abitare Co. Fra le grandi città, Milano probabilmente amplierà ancora di più il suo distacco, sia in termini di vendite che di crescita dei prezzi, rispetto al resto d’Italia”.

Qui, l'analisi di Abitare Co relativa al social housing.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome