Grazie alle trasparenze il bosco entra in casa

Un vecchio casolare trasformato in moderna abitazione perfettamente integrata nel verde. Protagonisti i sistemi in alluminio per finestre, scorrevoli e verande di Schüco

Un vecchio casolare fatiscente trasformato in una moderna residenza. Siamo a Brenna, nel cuore dell'area boschiva della Brianza comasca, dove, grazie a un progetto degli architetti Riccardo Cassina  Corrado Spinelli un'abitazione riesce a vivere in simbiosi con la natura circostante.
Costruita rispettando il perimetro e le volumetrie del precedente fabbricato, la nuova abitazione è costituita da tre corpi distinti che si integrano in armonia pur rappresentando rappresentano altrettanti linguaggi differenti.
Il cuore della casa è una struttura in muratura a due livelli dalle facciate rifinite con intonaco bianco, in sintonia con la tradizione costruttiva locale.
Come gli esterni, anche i materiali e le forme degli interni si ispirano al territorio: per esempio la scala, elemento dominante che unisce la zona giorno al piano terra e la zona notte al primo piano, riprende la verticalità dei tronchi del bosco adiacente, oppure i pavimenti in rovere e il tetto in legno lamellare di abete che contribuiscono alla creazione di un ambiente in sintonia con la natura limitrofa.

Un secondo corpo più basso ospita una dependance rivestita con pannelli ondulati in zinco-titanio, materiale con caratteristiche estetiche simili al rivestimento del vecchio edificio demolito. Strutturata come un’unità abitativa indipendente, la dependance è dotata di una copertura piana che dà luogo ad un ampio terrazzo fruibile dall’abitazione principale.
A quest’ultima è collegato il terzo blocco del complesso abitativo, consistente in un ampio giardino d’inverno che estende gli spazi del soggiorno sul verde circostante (e viceversa). Costruita su un basamento preesistente, la struttura è realizzata con una copertura a falde inclinate e dei tamponamenti verticali apribili. La folta vegetazione diviene elemento d’arredo grazie alle ampie specchiature di Schüco (su progetto dall’azienda Carlo Nobili, Premium Partner della società). Costruita con il sistema in alluminio Schüco CMC 50, dalle eccellenti proprietà termoisolanti (valori Uw fino a 1,0 W/m2K), la veranda vetrata dà vita ad uno spazio flessibile e molto luminoso, grazie alle pareti trasparenti completamente apribili realizzate con il sistema in alluminio per scorrevoli Schüco ASS 50.

Grandi vetrate caratterizzano anche gli interni del fabbricato a due piani e quelli del corpo più basso: costruite con i sistemi in alluminio per finestre e portefinestre Schüco AWS 65 HI+ SimplySmart, raggiungono un grado antieffrazione in classe RC2, garantendo un elevato isolamento termico e alti livelli di sicurezza.

Il legame con la natura si riflette anche nell’impiego di fonti rinnovabili, abbinate a tecnologie evolute per l’efficientamento energetico. Un impianto geotermico – costituito da uno scambiatore e da un sistema di captazione del calore formato da quattro sonde interrate a circa 90 m di profondità - si occupa del riscaldamento e dell’acqua sanitaria. Un sistema Plc (Programmable Logic Controller), invece, gestisce l’impianto elettrico permettendo l’impostazione di programmi personalizzati in base alle esigenze dell’utente, ottimizzando i consumi energetici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here