Come sfruttare al meglio gli elementi strutturali esistenti

Travi, colonne, mattoni, piastrelle, persino porte: ecco qualche idea e consiglio per valorizzare l’esistente in una ristrutturazione. Dagli esperti di Habitissimo

Spesso nelle ristrutturazioni bisogna tenere conto di alcuni elementi strutturali pre-esistenti che condizionano il risultato finale del progetto. C'è però la possibilità di sfruttarli per valorizzare l'abitazione. Secondo gli esperti di Habitissimo, in particolare, le strutture a vista come le colonne, le travi in legno e le pareti a mattoni, apportano autenticità e carattere a una ristrutturazione. Pertanto molto spesso nei progetti di riabilitazione delle vecchie case, si opta per la valorizzazione di questi elementi che convivono con complementi d’arredo minimal e contemporanei, creando un ambiente d’effetto e molto personalizzato. Ecco qualche utile spunto.

1. Travi in legno a vista

Le travi a vista in legno sono un elemento decor che non passa mai di moda e che riesce ad adattarsi a qualsiasi tipo di arredamento, creando un tuffo tra il passato e il presente. Se le travi si sposano con complementi d’arredo minimal dai toni freddi, si ottinene il risultato di far risaltare ancora di più il colore caldo del legno. Per chi invece desidera una casa in perfetto stile shabby, e vuole alleggerire la stanza, meglio optare per le travi con effetto decapato (ossia sverniciato, ripostato al naturale). Si tratta di un procedimento abbastanza lungo e impegnativo ma l’effetto è sorprendente.
Le travi in legno però richiedono un po’ di manutenzione e prima di procedere occorre verificarne lo stato:

  • se il danno è grave e si evince la presenza di termiti sarà necessario individuare l’origine e procedere con dei prodotti specifici
  •  se il danno è localizzato si può optare per rimuovere quella parte e riempirla con resina, metallo oppure legno nuovo. Le travi vanno comunque trattate con vernici isolanti per combattere l’umidità.

2. Colonne al centro degli ambienti

Progetto: Studio Cuadern Campanals Arquitectes

Non è difficile imbattersi in colonne che non si possono eliminare. Per fortuna, possono essere valorizzate. Molte case costruite a partire dagli anni 60, per esempio sono realizzate con travi in cemento che ne conferiscono un carattere industriale, stile molto popolare e amato negli ultimi anni. Pensando a come questo materiale viene sempre più usato nelle nostre case, è possibile progettare un ambiente in cui la trave in cemento diventa, oltre che elemento portante, anche decorativo. Il cemento è un ottimo elemento per costruire cucine su misura, oppure per i bagni. Perfino per la realizzazione di complementi d’arredo come i tavoli. Di solito il materiale in cemento si conserva facilmente ed è resistente e durevole.

3. Piastrelle idrauliche

Progetto: Studio Cuadern Campanals Arquitectes

Si tratta di pavimenti di piastrelle decorate ricchi di tradizione, impiegati nelle abitazioni europee dalla seconda metà del XIX secolo fino agli anni 60. Conferiscono vivacità alle case e trovare questo tipo di piastrelle durante una ristrutturazione è davvero una fortuna. Le prime piastrelle erano realizzate in cemento non trattato per l'impermeabilizzazione, pertanto era necessario un intervento di impermeabilizzazione periodico (oggi ci sono i cementi idraulici). Per riabilitare e mantenere un pavimento idraulico originale, occorre per prima cosa chiamare una ditta di pulizie specializzata che provvede con appositi prodotti a ridar vita al colore originale delle piastrelle. Dove possibile e nelle parti dove il pavimento è più esposto a urti, come sotto il tavolo da pranzo, meglio proteggerlo con dei tappeti. Se le piastrelle si rompono è difficile trovarne di originali.

4. Porte in legno massello

Progetto: Studio Cuadern Campanals Arquitectes

Di solito le porte in legno massello conferiscono un’aria rustica alla casa. Probabilmente, per ottenere una piena riabilitazione funzionale, sarà necessario cambiare il meccanismo della porta e adattarlo all'architrave sia per ragioni di sicurezza sia per facilitare la sua apertura. Ma si possono utilizzare questi elementi anche con una destinazioen differente, con tcarattere esclusivamente decorativo (per esempio, per realizzare la testata di un letto). Per quanto riguarda il legno, il trattamento può richiedere una levigatura e una verniciatura.

5. Pareti in mattoni a vista

Progetto: Studio Cuadern Campanals Arquitectes

Le pareti in mattoni a vista sono un ottimo isolante per la casa perché questo materiale è in grado di assorbire il calore. Conferiscono all’ambiente un’atmosfera industriale e in più si abbinano facilmente a diversi materiali. Per esempio per alleggerire l’aspetto grezzo possono essere abbinati alla classica ceramica bianca. Per facilitarne la posa e ottenere un risultato duraturo, la superficie, sulla quale si applicano le mattonelle, deve essere stata precedentemente unificata con lo stucco. Per addolcire l’aspetto dei mattoni e dare una maggiore ampiezza alla stanza, si possono dipingere i mattoni con la pittura bianca come le pareti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here