Beak Chair, sedute a forma di archetipo

La Beak Chair disegnata da Ole Wanscher e proposta da Carl Hansen & Son.
Carl Hansen & Son ripropone il progetto per la Beak Chair, una collezione di sedute disegnata da Ole Wanscher e disponibile in diverse varianti

Nel mondo delle sedute torna un simbolo: si tratta della Beak Chair, disegnata nel 1951 dal progettista danese Ole Wanscher e oggi nuovamente parte della collezione di Carl Hansen & Son.

"La poltrona incarna il desiderio e l’abilità di Wanscher di esplorare materiali e forme. I braccioli apparentemente fluttuanti sono progettati con tale precisione ed eleganza da sembrare naturali estensioni del resto della struttura. È qui che Wanscher dimostra pienamente la sua profonda conoscenza dei materiali”, spiega Knud Erik Hansen, Ceo di Carl Hansen & Son, aggiungendo che l’estetica esclusiva della Beak Chair rende questa poltrona tanto attuale oggi come lo era quando venne presentata per la prima volta.

Il nome del progetto è ispirato dai particolari braccioli a forma di becco che, proprio per le originali linee curve, rendono le sedute di particolare pregio perché conseguenza di una conoscenza magistrale delle tecniche di lavorazione del legno. Gli elementi curvi della poltrona, infatti, sono integrati in un'unica struttura organica e solo gli intarsi laterali dei braccioli sono visibili.

Nel corso della sua carriera Wanscher si è ispirato ai mobili inglesi del 1700 e ha progettato un’ampia gamma di prodotti partendo da spunti relativi a quest’epoca. Il perfezionamento delle proporzioni snelle e delle forme flessibili che si registrano nella Beak Chair rispecchia questo processo.

Disponibile in quercia, quercia dipinta di nero o noce con rivestimento in tessuto o pelle, la Beak Chair, realizzata con materiali naturali e sostenibili, permette di creare la poltrona che meglio si adatta ad interni classici o moderni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here