Atmosfere intime tra sostenibilità e domotica

Un fabbricato completamente rivisto è stato trasformato in una moderna abitazione. Il sistema impiantistico innovativo permette di far funzionare l’intera abitazione con la sola energia elettrica

In un elegante quartiere residenziale della periferia veronese un’abitazione privata è stata ristrutturata con una forte attenzione all’innovazione e alla sostenibilità. L’essenzialità degli interni si affianca a sistemi impiantistici dall’elevata tecnologia che consentono la gestione domotica di ogni singolo elemento della casa: dall’illuminazione alla climatizzazione, dai sistemi antintrusione a quelli per il riscaldamento dell’acqua sanitaria.
Completamente rivista dal punto di vista strutturale e planimetrico, la residenza si sviluppa su due livelli, per un totale di circa 120 mq. Rispetto all’edificio originario, la nuova impostazione degli spazi ha portato ad un ampliamento del primo piano, dedicato alla zona notte, dove è stata aggiunta una camera da letto attraverso una struttura in X-lam integrata con il volume preesistente. Il piano terra è invece destinato alla zona giorno, dove la ricercatezza dei materiali è stata orientata dalla volontà di ricreare un’atmosfera calda e accogliente.

«La scelta dei colori e dei materiali – spiegano gli architetti Saverio Antonini di LASAstudio e Andrea Grigoletti, che hanno curato il progetto architettonico – è stata propedeutica all’ottenimento di un design moderno e allo stesso tempo ospitale, capace di rinnovare profondamente la relazione tra gli ambienti».

Alle tonalità fredde scelte per la cucina e il bagno, realizzati con ampie piastrelle in gres grigie abbinate ad arredi total white, è stato affiancato un parquet in rovere termotrattato che all’ingresso accoglie il visitatore con calore, accompagnandolo alla zona giorno e all’area notte. Appartenente alla collezione Alpen Parkett ONE di Woodco, il pavimento in legno, scelto nella variante Louis, è stato utilizzato anche per rivestire la  scalinata che conduce al piano superiore.
Dal punto di vista illuminotecnico, la luce è stata studiata per dare vita ad atmosfere intime e soffuse, valorizzando quando necessario specifiche aree funzionali. In cucina, il controsoffitto in cartongesso catalizza l’attenzione sull’isola centrale, mentre nella camera padronale illumina all’occorrenza il letto matrimoniale. In bagno, strisce led rischiarano l’ampia doccia, mentre nei gradini della scala numerosi faretti segnapasso guidano al piano superiore.

La tecnologia impiantistica

Le soluzioni impiantistiche innovative hanno portato all’eliminazione completa del gas. «Grazie al sistema Easytech - spiega l’architetto Antonini - l’intera abitazione funziona attraverso la sola energia elettrica, che gestisce l’illuminazione, i sistemi antintrusivi, il riscaldamento a pavimento e l’acqua sanitaria, prodotta da un boiler a pompa di calore. Un controller, collegato a diverse sonde di temperatura, si attiva in base alle condizioni ambientali per garantire il massimo benessere con il minore dispendio energetico». Anche il riscaldamento a pavimento è inserito nella gestione domotica dell’impianto: la membrana radiante termica in alluminio “e-Membrane Floor” di Easytech, in abbinamento alla qualità del parquet flottante Alpen Parquet ONE, si attiva solamente quando le sonde ne rilevano la necessità. Grazie a questi accorgimenti l'abitazione è in classe energetica A.

Le fotografie di questo servizio sono di Fotografie Tiziano Milani, che è anche progettista dell'impianto integrato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here