Arredi passanti che ridefiniscono l’abitazione storica

Un’abitazione storica è stata reinterpretata in chiave moderna per creare l’abitazione di un giovane single. Soluzioni innovative e arredi passanti definiscono gli spazi antichi

L'intervento

Una casa antica ridisegnata con nuove logiche e geometrie. Nella zona notte il rimodellamento dei bagni ha portato a creare soluzioni innovative, dove la doccia, impossibile da inserire nel piccolo vano a disposizione, trova posto in camera da letto, nascosta alla vista da un semplice setto in muratura.

In questa antica abitazione, nonostante i soffitti a cassettoni molto alti, la luce naturale era bloccata dalla presenza delle tramezzature interne. Il progetto di ristrutturazione è intervenuto principalmente con la loro demolizione, inserendo arredi passanti, per creare una sorta di corridoio permeabile alla luce.

Il setto in muratura nasconde alla vista la doccia, inserendosi nel gioco di volumi a incastro. Lungo la parete d’ingresso alla camera il rivestimento uguale agli arredi annulla le rientranze e dona armonia all’insieme.

La zona notte, separata naturalmente del maestoso muro portante trasversale è disimpegnata da una grossa armadiatura bifacciale.
Nel bagno principale, arredato con vasca freestanding e sanitari sospesi, ogni elemento è progettato su misura. Le specchiere sono realizzate con piatti di ottone brunito di spessore 10 mm e profondità 50 mm, giuntati a secco con brugole a vista ottonate. Il piano in lamellare di legno tinto moro sorregge i due lavabi in appoggio, con la rubinetteria a parete.  La parete è attrezzata con semplici e geometrici elementi in nylon o laccati. Il controsoffitto, distaccato dalle pareti, nasconde il sistema di climatizzazione canalizzato, oltre a contenere il sistema di illuminazione con faretti ad incasso.

La doccia poggia su un gradino per garantire le pendenze per lo scarico dell’acqua ed è visivamente passante. La parete è resinata, per assicurare l’impermeabilizzazione necessaria.

Nel bagno più piccolo, con accesso diretto dalla camera da letto, lo spazio per la doccia, impossibile da ricavare nel vano sottoscala, si trova di fatto nella camera. A separarlo un semplice setto in muratura con la parete resinata.  La doccia appare completamente aperta sui due lati, mentre un lato è chiuso da una vetrata fissa.
In tutto l’appartamento, bagni compresi, il pavimento costituisce un elemento di continuità. Le doghe di rovere massello, sono inchiodate su un sotto-pavimento in Osb incollato sulla pavimentazione preesistente, utilizzando colle non fenoliche. Il rialzo totale di 4 centimetri, realizzato completamente a secco, fornisce anche il necessario taglio termico rispetto all’appartamento sottostate, attualmente disabitato.
Il progetto ha creato un ambiente moderno dove gli arredi passanti, utilizzati come elementi di separazione in sostituzione delle classiche murature, giocano un ruolo fondamentale nel donare modernità e continuità visiva.

PROGETTO
Antonio Perrone Architetto
FOTOGRAFIE
Adriano Pecchio

Questo progetto è stato pubblicato sul numero 5/2017 di Come Ristrutturare la Casa (leggi qui un estratto della rivista). Per conoscerne i dettagli con i costi e vedere le planimetrie, acquista la rivista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here