Armònia: la “Transit House” per i senzatetto

Armònia, MyHomePlease!
Armònia, MyHomePlease!
Destinata al supporto delle fasce più deboli, gli homeless, Armònia è la “casa transitoria” parte del progetto sociale di architettura "MyHomePlease!", con la collaborazione di Leroy Merlin

Lo scorso 5 giugno 2019, è stata inaugurata la transit house “Armònia”, un modulo abitativo “transitorio” che rientra nel progetto, “MyHomePlease!”, ideato e realizzato dalla prof.ssa Antonella Falzetti in collaborazione con Leroy Merlin.

“MyHomePlease!” è un progetto di architettura per il sociale, finalizzato allo sviluppo progettuale di soluzioni abitative per una residenzialità transitoria destinata ai senzatetto e consiste nel coniugare diversi aspetti della sostenibilità, da un lato rispondendo ai requisiti dell’architettura sostenibile, dall’altro guardando ai bisogni inespressi di fasce sociali borderline, come gli homeless.

L’iniziativa va nella direzione di reintegrare nella realtà della città, partendo dalla dignità di un’abitazione, i senza fissa dimora, contribuendo da una parte alla loro riabilitazione all’interno delle comunità cittadine e dall’altra alla diminuzione del loro costo sociale. Inoltre questi moduli abitativi possono assolvere anche l’importante funzione di “rigeneratori urbani” in luoghi strategici della città  come aree degradate e in stato di abbandono, o prossime a strutture socio-sanitarie.

La casa, concepita e progettata con particolare attenzione alle istanze della sostenibilità, è dotata di un sistema di monitoraggio innovativo – ideato da un gruppo di Ingegneria Elettronica dell’Università di Tor Vergata –  basato sull’uso di segnali radio trasmessi da un access point WiFi. Questo sistema permette di raccogliere informazioni relative al modo in cui l’inquilino si muove all’interno della casa. Inoltre, grazie al monitoraggio, sarà possibile segnalare in tempo reale situazioni di pericolo come un’eventuale caduta, l’intrusione di una o più persone all’interno della casa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome