Guido Crepax e la sua Valentina per Wallpepper

Donna indipendente, tra le più chiacchierate nella storia del fumetto, Valentina protagonista insieme al suo autore di una linea su carta da parati firmata Wallpepper.

Ritratti di Valentina

Far rivivere il mito di Guido Crepax e della sua creatura a fumetti, Valentina, anche in altre forme. Questo l’intento della mostra “Valentina oltre Crepax”, visitabile presso lo show-room Wallpepper in Via Forcella 7/13 fino al 30 maggio. Sì perché la vita di Valentina e del suo autore tracciano due linee ora intersecate, ora invece indipendenti ed è su questi binari paralleli che Wallpepper si è mossa nelle sue ‘interpretazioni’ delle opere di Crepax sulle carte da parati. Opere che sono entrate proprio quest’anno nel catalogo Wallpepper Fine-Art, il progetto grazie al quale il brand si propone come nuovo mezzo di diffusione di immagini autoriali, per dare all’arte una superficie senza confini. Le pareti non raccontano dunque solo di Valentina: affreschi di battaglie nel lontano oriente e schizzi di città storiche accompagnano le grafiche dominate dall’amatissima eroina dal caschetto corvino, dando uno spaccato della intensa attività di Guido Crepax. Un genio che in oltre 40 anni ha prodotto campagne pubblicitarie per aziende leader a livello internazionale e centinaia di illustrazioni per giornali, copertine di dischi, complementi di arredo, moda e design, alcuni dei quali saranno appunto visibili presso lo showroom Wallpepper.

“Grazie alla collaborazione con Antonio, Caterina e Giacomo Crepax, abbiamo avuto accesso illimitato all’archivio di Guido. Un archivio inestimabile e sorprendente, dal quale emerge un attento osservatore delle più diverse forme artistiche, dei costumi e delle tendenze. Abbiamo impiegato molto tempo per esaminare tutti i materiali e per selezionare i primi soggetti adatti alla riproduzione su parete. Ma è solo l’inizio di questa avventura, perché desideriamo ampliare al più presto la sezione dedicata a Guido Crepax con nuove e sorprendenti grafiche”, ha commentato Diego Locatelli, direttore e fondatore di Wallpepper.
Così come Crepax è riletto nella sua veste di artista eclettico, Valentina esce quindi dal fumetto per conquistare un’identità diversa grazie a Wallpepper: complessa, ricca di sfaccettature e contraddizioni, portatrice di un’estetica trasversale e senza tempo, si sgancia dalla sua origine narrativa e trova un nuovo contesto in grado di esaltare la sua dimensione di eroina contemporanea.

Il genio di Crepax la cui creatività ha spaziato tra pubblicità, editoria, discografia, complementi di arredo, moda e design sarà visitabile presso lo show-room Wallpepper in Via Forcella 7/13 fino al 30 maggio

LASCIA UN COMMENTO