Umidità sui muri: è tutta colpa dell’elettrostatica

L’umidità da risalita, ossia quella che risale lungo i muri dal terreno, è causata dalle cariche opposte delle molecole di acqua e di silicio. Per risolvere il problema è possibile utilizzare dispositivi elettromagnetici e geomagnetici

L'umidità è un problema estremamente fastidioso che colpisce edifici vecchi e nuovi: scropriamone le cause e i rimedi.

Osservando alcuni edifici è facile notare macchie scure sui muri, intonaco distaccato, crepe, efflorescenze saline. Tutti fattori che indicano la presenza di umidità da risalita capillare, cioè quella che risale lungo i muri dal terreno (l'umidità da condensa è un'altra cosa ed è generalmente di più facile soluzione). Sul mercato esistono tante proposte di prodotti che garantiscono il risanamento di murature; alcune funzionano, ma molte sono un investimento che non porta alla risoluzione del problema.

Per risanare i muri dall'umidità è necessario stabilire una diagnosi accurata ed essere quindi in grado di riconoscere le ragioni della presenza di umidità. La causa che provoca la risalita capillare è molto semplice: il silicio.  Si tratta del secondo elemento per abbondanza nella crosta terrestre, dopo l'ossigeno, ed è il componente principale di vetro, cemento, ceramica, silicone e molti altri materiali utilizzati per le costruzioni. Il silicio un semiconduttore di fondamentale importanza per la fabbricazione di prodotti elettronici e computer; la superficie di qualsiasi materiale da costruzione contenente silicio è carica di un potenziale elettrostatico negativo.

Quella dell’acqua è una molecola detta "dipolo", con un polo positivo e uno negativo. La carica negativa di una molecola attrae la carica positiva dell’altra molecola; le estremità̀ di ugual segno invece si respingono assecondando l’avvicinarsi delle cariche opposte. Le molecole d’acqua, che hanno carica positiva e negativa, sono attratte dalla carica negativa del silicio contenuto nei materiali edili. Ecco perché l’acqua risale capillarmente dal suolo attraverso i muri.

I fenomeni di risalita capillare si generano, quindi, quando le mura, a contatto con l’acqua contenuta nel terreno, lasciano risalire l’acqua dai capillari che costituiscono il materiale utilizzato per la costruzione dell’edificio. Bisogna inoltre osservare che l'acqua che risale dal terreno per effetto della capillarità contiene i sali minerali: l’acqua evapora, ma non i sali che trasporta e dal loro deposito si formano cristalli che si accumulano sia all’interno del muro sia sulla sua superficie. Si potranno quindi osservare delle macchie biancastre causate dal salnitro, la vera causa del degradamento delle murature.

Tra gli specialisti del settore che offrono soluzioni ai problemi di umidità c'è Sanaclima: nei casi di patologie da umidità da risalita capillare, la società Sanaclima propone il dispositivo elettromagnetico StopOne o il geomagnetico GeoStop. Un singolo dispositivo è in grado di coprire oltre 2800 mq. di superficie, una novità nel settore del risanamento attraverso che permette un notevole risparmio in caso di immobili di ampie metrature. Questi sistemi sono stati installati sia all'interno di edifici pubblici sia all'interno di abitazioni private a partire dal 2009: la società afferma che ad oggi ogni dispositivo installato ha risanato le murature nei tempi previsti (dai 6 ai 12 mesi per il dispositivo elettromagnetico e da 12 a 24 mesi per il geomagnetico).

LASCIA UN COMMENTO