Successo di pubblico e creatività al Salone del Mobile

Con 343.602 presenze, l’edizione 2017 mette a segno una crescita del 10% rispetto al 2015, anno che ospitava le biennali di Eurouce e Workplace 3.0. Circa 2000 gli espositori presenti, di cui il 34% esteri

Con 343.602 presenze in 6 giorni, provenienti da 165 Paesi, si è chiusa la settimana del Salone del Mobile di Milano. Numeri che confermano un trend positivo nei padiglioni del Salone e delle biennali Euroluce e Workplace3.0, con un incremento del 10% rispetto all’edizione 2015, che ospitava le medesime biennali dedicate a luce e ufficio. Gli espositori sono stati oltre 2.000, di cui ben il 34% esteri, suddivisi tra Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Euroluce, Workplace3.0 e SaloneSatellite (che quest'anno ha celebrato i sui con oltre 650 designer e 16 scuole internazionali di design e una Mostra speciale alla Fabbrica del Vapore che prosegue fino al 25 aprile). L'edizione, inoltre, ha rafforzato sempre di più l’intensa sinergia con la città di Milano, che nel frattempo ha ospitato i tanti eventi dei circuiti del Fuorisalone.

Risultato che offre un’ulteriore conferma di quanto sottolineato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che per la prima volta nella storia del Salone del Mobile ha inaugurato la 56a edizione. “Assistiamo, qui – ha dichiarato il Presidente Mattarella – alla manifestazione non soltanto di un'attività espositiva, ma anche di una cultura di impresa, simbolo di un metodo di lavorare insieme e di un modo d'interpretare la manifattura moderna”.

Leggi qui il nostro articolo con l'intervento di Sergio Mattarella all'apertura del Salone del Mobile.

Il Salone è un momento unico in cui cultura e sistema industriale diventano punto di riferimento internazionale e modello virtuoso di una Italia che funziona. Questo il commento di Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile.Milano commenta così a caldo la chiusura della manifestazione. “È stata una settimana eccitante, piena di positività e di entusiasmo da parte delle imprese che si sono presentate nel migliore dei modi, degli architetti e dei designer che hanno portato il proprio pensiero creativo, e dei tantissimi visitatori che sono arrivati a Milano per incontrare l’innovazione al Salone e per vivere il fermento della città”.

“A Milano – prosegue il presidente Claudio Luti – sono arrivati tantissimi ospiti che non necessariamente sono legati al design ma sono venuti qui per vivere l’emozione di questo Salone e della città stessa. Una Milano che si è fatta ancora più bella e accogliente grazie alla collaborazione di tutte le istituzioni che vi lavorano. Solo a Milano esiste il Salone del Mobile con le sue imprese industriali connesse con il sistema creativo ed editoriale in stretto collegamento con la città”.

L'appuntamento per la prossima edizione del Salone del Mobile di Milano è dal 17 al 22 aprile 2018: sarà la volta delle biennali del bagno, della cucina e Ftk (Technology For the Kitchen).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here