Speetbox by Philippe Starck: il fuoco comandato dall’elettronica

Speetbox by Starck è molto più di una semplice stufa a legna. Si tratta di un vero e proprio riscaldamento d’arredo ad alte prestazioni dotato delle ultime innovazioni tecnologiche e che risponde a esigenze eco-responsabili.

“Sono sempre stato coinvolto dai temi legati all’ecologia e nel mio lavoro ho cercato di portare una sensibilità ecofriendly”. Incontriamo l’archistar e designer Philippe Starck a Verona, alla fiera Progetto Fuoco, per la presentazione della sua ultima creatura: una stufa a legna innovativa e performante. Si chiama Speetbox by Starck, “un gioco infinito di cubi grandi e piccoli, discreti ma eleganti e soprattutto intelligenti”, così come la definisce il suo ideatore. Nata dalla collaborazione con l’azienda Seguin, la stufa è in realtà un vero e proprio sistema di riscaldamento d’arredo che si sviluppa attorno al focolare a tenuta stagna.

Da dove arriva l’idea di occuparsi di un oggetto fortemente legato alla tradizione e che apparentemente non si integra con il nostro moderno stile di vita?
In realtà, in molte delle case dove abito, in giro per il mondo, ho riscaldamenti funzionanti a stufa a legna. E anche in città. Un esempio su tutti, il mio appartamento di Parigi. Questo tipo di riscaldamento è ecocompatibile in quanto non produce gas serra. E per quanto riguarda i fumi emessi, si possono produrre impianti con un buon rendimento che garantiscano il rispetto delle normative esistenti in materia. Per questo progetto ho iniziato a lavorare sul concetto di oggetto meno energivoro possibile, moderno, altamente personalizzabile, tecnologicamente all’avanguardia e compatibile con l’ambiente. La soluzione di design è stata l’idea di “modulo” e ho trovato nella società Speeta il partner tecnologico che rispecchiava le mie esigenze. Il risultato è lineare, d’impatto, tecnologico e affascinate: il fuoco viene comandato dall’elettronica. Cubi di diverse dimensioni si sviluppano attorno al modulo fuoco e al modulo elettonico: si hanno a disposizione, a seconda delle esigenze e dei gusti, il cubo di ciottoli, il cubo per la legna, un cubo per i libri, un cubo per sedersi, il tutto disponibile in finiture e colori diversi. Il box contenitore pensato per contenere ed essiccare la legna, può essere utilizzato come sgabello dotandolo di un cuscino, oppure come mensola o libreria utilizzando una composizione a più moduli.

Le prestazioni
La stufa è stata creata per funzionare con o senza elettricità e, grazie al sistema SPEETbooster di assistenza elettronica all’accensione, consente un’ottimizzazione della combustione e del rilascio del calore. Il rivoluzionario focolare SPEETBOX assicura un rendimento energetico del 79% rispetto al 70% delle stufe a legna classiche e al 10% dei caminetti tradizionali. Questo tipo di focolare consente di bruciare ceppi di 30 centimetri di lunghezza e quasi tutti i residui derivanti da questa combustione, migliorando in questo modo il rendimento energetico e favorendo una combustione pulita. La stufa SPEETBOX produce 30 mg/Nm3 di polveri al 13% O2, vale a dire un quantitativo di polveri tre volte inferiore a quello di una stufa classica e fino a 150 volte meno rispetto a un caminetto. La temperatura della stanza, la diffusione di aria calda, la potenza e la velocità di combustione, il comando delle accensioni e delle prese elettriche, nonché l’analisi delle temperature dei fumi sprigionati dalla stufa sono tutti parametri programmabili e controllabili a distanza grazie all’App SPEETBOX BY STARCK disponibile su Android e a breve anche sull’AppStore.

 

IMG_2651

PER I PIU' CURIOSI

Personalità poliedrica, Philippe Starck ci ha colpito anche nel suo abbigliamento. Ai più non sono sfuggiti i pantaloni che indossava e che hanno destato la mia curiosità. E l’archistar a domanda risponde. “Ho trovato questa stoffa ad un mercatino, era una tovaglia. Mi ha talmente colpito che mi sono fatto realizzare un paio di pantaloni”! Fantastici!

LASCIA UN COMMENTO