Schermo magico sul terrazzo vista mare

Il terrazzo sull’azzurro del mare Ionio è protagonista di questo appartamento ad Acireale, dove un sistema di pannelli contiene le schermature per la luce dall’effetto sorprendente

L'intervento

Per dare maggiore luce al soggiorno e sfruttare al massimo il terrazzo di 50 mq affacciato sul mare, la pianta di questo appartamento è stata ripensata eliminando i setti che creavano tanti piccoli ambienti, in favore di un unico ampio soggiorno. Sono scomparsi l’ingresso chiuso, i disimpegni e la cucina separata, ed è stato lasciato un ingresso aperto, camere comunicanti con il soggiorno e una cucina a vista. Intervento qualificante è la lunga parete verso il terrazzo, inglobata a un volume di legno con contenitori e ante oscuranti dal suggestivo effetto decorativo.

Costruita sulla costa di un parco naturale, la casa ha un terrazzo che con i suoi 51 mq si affaccia direttamente sul mare. Il pavimento in legno crea la percezione di una continuità tra esterno e interno, trasformando questo spazio open in un soggiorno all’aperto.

È il soggiorno il punto forte di questo appartamento ad Acireale, un soggiorno che si spalanca attraverso il terrazzo sull’azzurro del mare Ionio. Valorizzare la posizione strategica della casa, costruita lungo la costa della riserva della Timpa, uno dei parchi naturali più belli della Sicilia, era il primo obiettivo della ristrutturazione.
Al momento dell’intervento tutti gli ambienti principali si affacciavano sul terrazzo ma erano frammentati in piccoli locali, con una serie di disimpegni che li rendevano angusti e poco luminosi.

Alle camere da letto, realizzate dietro un lungo setto, si accede attraverso due porte alle estremità della parete: una volte aperte, si crea un senso di continuità con il soggiorno, merito anche del lungo elemento in legno che prosegue per tutta la lunghezza della casa.

La decisione di sfruttare al massimo i 51 mq del terrazzo e, soprattutto, di poter godere quanto più possibile della vista del mare, ha portato a eliminare parte di questi ambienti chiusi e a lasciare, già varcando la soglia, il soggiorno a vista. Il progetto si concentra sulla trasformazione proprio di questo locale in uno spazio luminoso e aperto, fulcro attraverso cui si relazionano le diverse zone della casa.
Due setti lo separano dalle due camere da letto, creando così la percezione di tre spazi distinti eppure connessi tra loro: le camere, infatti, si aprono alle estremità dei setti grazie a porte dal taglio irregolare dando a tutto l’appartamento un senso di continuità. I bagni sono stati conservati nella loro posizione originaria anche se parzialmente modificati nella pianta. Per uno dei bagni, infatti, è stata creata una parete obliqua che  diventa la “testata” del letto nella camera attigua.
Ma la caratteristica che rende tanto particolare questa abitazione è la parete che fa da filtro tra la casa e il terrazzo: è stata inglobata in una struttura in legno che diventa armadiatura, contenitori e sistema oscurante per le varie aperture vetrate. Non solo dentro casa, ma anche fuori. All’interno è in legno listellare di rovere naturale mentre all’esterno, per meglio resistere alla salsedine al sole e alle intemperie, è in multistrato fenolico di pino.
Le ante per schermare sono pensate e disegnate su misura per lasciar filtrare, anche da chiuse, l’azzurro del mare. La luce, infatti, è modulata da un sistema di doppi pannelli dai forati irregolari che scorrono orizzontalmente uno sull’altro, così da  creare un effetto luminoso a disegno variabile.

PROGETTO
Tuttiarchitetti (Vincenzo Giusti, Daniela Finocchiaro, Luigi Pellegrino)
FOTOGRAFIE
Tuttiarchitetti

Questo progetto è stato pubblicato sul numero 2/2018 di Come Ristrutturare la Casa (leggi qui un estratto). Per conoscerne i dettagli con i costi e vedere le planimetrie, acquista la rivista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here