Ristrutturazioni ecosostenibili, secondo l’archistar Mario Cucinella

Progettare avendo cura dell’ambiente. Secondo Mario Cucinella l’utenza è pronta e motivata; ora i progettisti devono fare un salto culturale, svilluppando anche nuove competenze.

“Non ci sono alternative ormai: l’impegno necessario è e sarà sempre più verso edifici più efficienti e focalizzati sui temi dell’ambiente, con una grande attenzione alla qualità dell’abitare”.
A esprimersi così è l’architetto Mario Cucinella, l’archistar che ha fatto della sostenibilità il fulcro del suo impegno professionale e che abbiamo incontrato nel suo studio proprio per capire cosa voglia dire oggi costruire o ristrutturare in modo ecosostenibile.
Da oltre trent’anni il suo lavoro e la ricerca sono orientati alla “progettazione olistica”, alla sostenibilità applicata al costruire e all’uso razionale delle risorse. Il tutto volto all’impatto positivo a lungo termine che ogni edificio dovrebbe avere sull’ambiente circostante e sulla sua rigenerazione naturale, sociale, economica ed urbana.
Laureatosi in architettura all’Università di Genova nel 1986 come allievo del professor Giancarlo De Carlo, ha lavorato dal 1987 al 1992 con Renzo Piano e nel suo Renzo Piano Building Workshop, prima a Genova e poi a Parigi. Nel 1999 ha fondato Mario Cucinella Architects (MCA) dove opera con uno staff di circa 80 persone tra architetti, ingegneri ed esperti di sostenibilità.

Ma sentiamo dalla viva voce dell’architetto perché è importante impegnarsi, anche in architettura, nella salvaguardia dell’ambiente e delle risorse e come ciascuno di noi può contribuire.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here