Ristruttruazioni più facili con i termoarredi sottofinestra

Utilizzare radiatori con interassi specifici per la sostituzione di vecchi modelli permette di intervenire in modo non invasivo su impianti esistenti. Cordivari propone vari prodotti di design

Nelle ristrutturazioni la collocazione dei radiatori rappresenta quasi sempre un aspetto delicato: per evitare costose opere murarie, bisogna orientarsi su prodotti specifici.
Proprio per le esigenze delle opere di ristrutturazione che prevedono collocazione di radiatori sottofinestra Cordivari Design (gruppo Cordivari) propone una gamma di termoarredi.

Si tratta di vari modelli dal design contemporaneo, con interassi specifici per la sostituzione di vecchi radiatori di tipo tradizionale (ghisa, lamellari) che permettono di intervenire in maniera non invasiva su impianti esistenti. Un concept di termoarredi che puntano sulle funzionalità sentra trascurare l'aspetto estetico, in grado di garantire rese termiche elevate in linea con le più recenti esigenze in fatto di prestazioni energetiche degli edifici. All'interno di questa gama c'è una delle ultime novità: si chiama Arianna ed è un radiatore ad acqua in acciaio al carbonio verniciato dal design minimal con forme essenziali e pulite, così da potersi adattare ad ogni ambiente. È disponibile in oltre 80 colori, tra tinte lucide, opache e materiche e varie altezze e larghezze; nella versione sottofinestra, sono disponibili interassi specifici per sostituzioni.

L'impegno verso l'innovazione nel design dei prodotti da parte dell'azienda è stato coronato nel dicembre dello scorso anno dall'Iconic Design Award 2018 che stato conferito a E.Sign,  termoarredo utrasottile (soli 7 mm di spessore) introdotto nel 2016 dalla forma decisamente originale (nella foto a fianco). E.Sign rappresenta un'evoluzione ergonomica del tradizionale scaldasalviette: gli elementi radianti laterali, infatti, fungono da comodi portasciugamani, coniugando l'elemento funzionale con l'arredamento del bagno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here