Quando il colore eco si unisce alla sostenibilità del legno

Scandola presenta una collezione di mobili dedicata al colore improntata al rispetto dell’ambiente, dall’uso dell’abete all’applicazione di vernici bio

Il legno è in genere considerato sinonimo di tonalità neutre, legate ad ogni specifica essenza: per questo motivo nell'interior design e nell'arredo viene utilizzato spesso nella sua versione "naturale". Eppure, anche il colore può diventare protagonista di arredi in legno 100%, mantenendo però al contempo tutte le qualità legate alla sostenibilità del materiale.

Ne sono prova gli arredi proposti da Scandola che, proprio in concomitanza con la bella stagione, presenta una serie di mobili caratterizzati dal colore. Credenze, cassettiere, madie, complementi, armadi e arredi per la camera dei bambini sono così abbinati a vivaci palette, spaziando fra abbinamenti di diverse tonalità. Si va dal fucsua al giallo all'azzurro, al vrede brillante, ma senza dimenticare toni meno "audaci" e più delicati, come varie sfuma di azzurro pastello e grigio.

Punto di partenza è il legno di abete, proveniente da coltivazioni controllate e soggette a riforestazione. Una volta realizzati gli arredi, il colore viene applicato grazie a verniciature all'acqua atossiche e anche attraverso l'utilizzo delle nuove vernici Bio-innovative, realizzate usando materiali rinnovabili derivanti da processi di raffinazione di sostanze vegetali di scarto. Questo processo rientra nella filosofia aziendale votata alla sostenibilità ambientale e al contenimento dell'impatto ambientale; una filiera verde che si concretizza tanto nell'uso esclusivo di legname controllato quanto nel tentativo di rientrare nell'economia circolare usando gli scarti, laddove possibile, per ridurre l'impiego di materie prime di origine fossile.

L'abbinamento fra abete e vernici bio di nuova generazione porta alla realizzazione di mobili colorati e sicuri, anche per i bambini, naturali al 100% ed eco-sensibili, frutto di uno sforzo che punta a una filiera attenta alla tutela dell'ambiente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here