Arriva Open Meter, il contatore smart disegnato da Michele de Lucchi

Il contatore elettronico migliorerà la consapevolezza sui consumi e darà accesso a nuovi servizi. Sarà installato in 32 milioni di case

Sarà installato in 32 milioni di case e aziende in Italia, in sostituzione degli attuali contatori intelligenti di prima generazione, il nuovo Open Meter, il contatore elettronico 2.0 progettato e sviluppato da e-distribuzione: di fatto il primo sistema di telegestione dell'energia elettrica di seconda generazione. Si tratta di uno dei pilastri del piano di investimento per l’Italia del Gruppo Enel su cui si fonda la strategia digitalizzazione, e dovrebbe costituire una spinta per la smart home e la smart city.

Il nuovo smart meter è il risultato di un percorso che tiene conto dell’evoluzione tecnologica nel campo della misura e della telegestione e consentirà agli utenti di migliorare la consapevolezza dei propri consumi, avere accesso a nuovi servizi e, in prospettiva, partecipare attivamente al nuovo mercato dell’energia. In poche parole Open Meter si ispira al concetto di energia aperta, accessibile, tecnologicamente all’avanguardia e sostenibile. E il suo debutto sul mercato non poteva non essere accompagnato da un'impronta d'innovazione anche dal punto di vista dell'aspetto esteriore, tanto che del suo design si è occupato l'architetto Michele De Lucchi.

Il piano avviato da e-distribuzione prevede complessivamente, su un arco temporale di 15 anni, l’installazione di circa 41 milioni di contatori, di cui 32 in sostituzione degli attuali e i restanti per nuove connessioni e richieste dei clienti. L’investimento complessivo previsto è di circa 4,3 miliardi di euro, di cui 1,3 miliardi per i primi 13 milioni di contatori entro il 2019. I lavori di installazione saranno realizzati da circa 250 imprese esterne, interessando complessivamente circa 4.000 tecnici sull’intero territorio nazionale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here