Nuova vita per le creazioni di Gio Ponti

Molteni&C, attraverso la nuova esclusiva sui diritti di Gio Ponti, continua il percorso per valorizzare il design italiano

Ha partecipato alla rinascita del design italiano nel dopoguerra, diventando uno dei maestri dell’architettura italiana: Gio Ponti è una delle figure più importanti nel mondo della creatività italiana e ne sono prova non solo le sue opere architettoniche, ma anche i suoi progetti di design. Fra idee sviluppate per arredare abitazioni private o in piccole serie, la creatività del designer ha spaziato fra librerie, cassettoni e comò, consolle, scrivanie e mobili singoli, divani, poltrone e poltroncine, sedie, tavoli e tavolini, letti e comodini, pareti attrezzate.

La poltrona D.156.3 disegnata da Gio Ponti e rieditata da Molteni&C.
La poltrona D.156.3 disegnata da Gio Ponti e rieditata da Molteni&C.

Ed è considerando il valore dell’archivio di Gio Ponti che Molteni&C ha consolidato la sua collaborazione con gli eredi attraverso un accordo che prevede un contratto di licenza esclusiva dei diritti in tutto il mondo: sarà proprio Molteni&C l’unica azienda a produrre e rieditare i mobili disegnati dall’architetto, dal 2017 e per 10 anni. Attraverso nuove ricerche per mettere in luce opere ancora sconosciute o dimenticate e attraverso la riedizione delle pietre miliari della carriera di Gio Ponti, che dagli anni 20 è arrivata fino alla fine degli anni 70, l’azienda avrà l’opportunità di proporre e valorizzare il design italiano.

Un esempio? La poltrona D.156.3, in origine disegnata da Gio Ponti per la società americana Altamira, con struttura in massello di acero naturale o laccato nero semilucido. Oggi è disponibile, di nuovo, e viene proposta in tre tessuti e tre varianti di pelle della collezione Molteni&C, compreso il nabuk, con schienale ergonomico costituito da cinghie elastiche incrociate, che supportano un cuscino trapuntato e profilato.  Non ultimo, la poltrona, su richiesta, può essere personalizzata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here