Materiali attivi contro l’inquinamento indoor

Grazie alla tecnologia Eco-Active K-Life, i nuovi materiali di Krion in mostra al Cersaie permettono la purificazione dell’aria, hanno proprietà antibatteriche e autopulenti

Krion, brand del gruppo Porcelanosa, presenta al Cersaie una novità nel settore dei materiali solid surface: è la tecnologia Eco-Active K-Life, che rappresenta una innovazione in grado offrire un'arma in più contro l’inquinamento indoor.

Il processo produttivo dei materiali che utilizza questa tecnologia riesce a immettere in tutta la massa dei prodotti una serie di attivatori che, attraverso l’esposizione a qualsiasi tipo di luce, anche artificiale, conferiscono alle superfici proprietà di purificazione dell’aria, antibatteriche attive, autopulenti e di eliminazione dei prodotti chimici.

Ne dà conferma Bruno Deserti, responsabile di prodotto Krion in Italia: «lo scopo di questa nuova tecnologia è quella di conferire al materiale numerose nuove proprietà, basate sul fenomeno naturale della fotocatalisi, senza alterarne le qualità fisiche, il colore, né limitarne l'impiego. Il risultato ottenuto è un prodotto innovativo ed esclusivo a livello mondiale, in armonia con la natura, durevole nel tempo e con un effetto diretto sulla qualità della vita».

Nello specifico, per quanto riguarda la purificazione dell’aria, quando i gas presenti nell'aria entrano in contatto con la superficie del materiale Krion si innesca una reazione chimica che genera elementi inoffensivi, come sali minerali e acqua. L'attività di purificazione dell'aria è stata esaminata, sia negli ambienti interni che esterni, riscontrando che 1 mq del nuovo K-Life è in grado di purificare la quantità d'aria che respirano 6,5 persone in un anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here