Living revival

Interventi puntuali ed efficaci per un recupero dal gusto contemporaneo di una abitazione milanese post bellica dai fortitratti razionalisti.

_MG_5526
Sono stati ripristinati i serramenti originari in alluminio di 10 cm di spessore, al cui interno sono alloggiate le tendine parasole, e l’elegante boiserie in teak che riveste l’imbotte dell’ampia porta finestra.

Opere murarie ridotte e ripristino delle finiture e degli arredi esistenti. Nuovi arredi dalle linee essenziali, che ben si inseriscono nel contesto, per donare all’abitazione un look elegante e contemporaneo. Ambienti fluidi, ottimizzazione degli spazi, zona cucina separata dal locale pranzo. Questi i tre passi per comprendere il raffinato progetto di recupero edilizio. Eliminata la vecchia moquette, infatti, sono stati rinvenuti pregiati pavimenti in marmo e in legno: nella zona giorno un marmo fior di pesco carnico in lastre di 80x40 cm, nei disimpegni una pavimentazione a casellario di quadrotti di travertino persiano e nelle camere un parquet di rovere impreziosito da listelli di noce a contrasto.

_MG_5577
Il divano modulabile, di dimensioni generose e forme essenziali, è il protagonista della zona giorno. Squadrato e di colore chiaro risalta a contrasto sul pavimento in marmo fior di pesco carnico.

Essendo necessaria la sostituzione della pavimentazione di cucina/sala da pranzo e per favorire nel contempo la continuità degli ambienti, è stato utilizzato il medesimo marmo del soggiorno, con lastre però di dimensioni più contenute – 40x40 cm – con l’obiettivo di ridurne lo spessore e semplificarne la posa in opera. Unico filtro fra il soggiorno e il pranzo un mobile in teak e vetro opalino preesistente, con porta scorrevole.

_MG_5658
Ante scorrevoli a tutta altezza - realizzate su misura - schermano la lavanderia, gli armadi e, all’occorrenza, l’angolo cottura realizzato in nicchia. Fori rettangolari sui pannelli permettono un rapido utilizzo degli accessori di uso quotidiano.

La cucina è divisa dalla zona pranzo, pur mantenedo la medesima posizione della precedente. Viene infatti schermata da un sistema di ante scorrevoli a tutta altezza integrate e concepite di concerto con gli arredi su misura della zona pranzo. Si crea così un originale effetto boiserie che cela gli armadi e le madie, la lavanderia, la dispensa e alloggia citofono e quadro elettrico. Tutti i serramenti sono stati ripristinati: sia quelli perimetrali in alluminio, che quelli interni in legno laccato, vetro opalino, inserti e cornici in teak. Una particolare attenzione alle scelte cromatiche: colori sui toni del grigio cemento per il soggiorno esposto a sud, un bianco caldo per le zone di servizio meno illuminate, rosa antico per la camera matrimoniale e colori vivaci sul verde per la cameretta e il bagno.

L'intervento

Rivisitare il layout di un appartamento di epoca post bellica, fortemente caratterizzato dagli originari arredi su misura, donare un nuovo look agli ambienti, che devono rispondere alle esigenze della committenza, ridurre i disimpegni a favore di una zona living più funzionale. Ecco le grandi sfide affrontate in questo progetto nel quale convivono due epoche e due stili.

PROGETTISTA
Emilia Cicchetti
DIRETTORE LAVORI
Geom. Macchiarulo
IMPRESA
Impresa Macchiarulo srl
ARREDI SU MISURA
Alberto Fusi
FOTOGRAFIE
Riccardo Gasperoni
STYLING
Irene Baratto

LASCIA UN COMMENTO