La Word Art ridisegna cucina e soggiorno

Da anonima zona giorno degli anni ’80 a raffinato cucina/soggiorno dal respiro contemporaneo

D272b_01

Un anonimo appartamento al primo piano di una palazzina degli anni '80 nel centro storico di Marostica (VI), rivisitato in chiave contemporanea, con piglio e originalità. Una sorta di salto generazionale ed estetico voluto dal figlio trentenne dei due proprietari, che decide di ristrutturarlo per viverci con la compagna. Non molto grande - la superficie complessiva è di circa 75 mq -, ma luminosa, l'abitazione comprende cucina, soggiorno, due camere da letto e bagno. In realtà, entrandovi, si ha la sensazione di uno spazio ampio e ben distribuito, senza fastidiose barriere che impediscano agli occhi di ammirare l'armonia raffinata ed essenziale degli arredi. Il motivo c'è: con il restyling sono state abbattute tutte le pareti, creando un unico ambiente. La sola parete rimasta - perché struttura portante con tubazioni - separa l'ingresso da soggiorno e cucina, parandosi davanti allo sguardo in modo intrigante. In contrapposizione con il rigore di pieni e vuoti circostanti, la parete "parla" un linguaggio tutto suo, rivestita com'è da una carta da parati ad hoc ispirata alla Word Art.

D272b_02

Ma c'è un altro contrasto, che corre come un fil rouge di stanza in stanza. Si gioca tra il caldo parquet nella zona notte e la bianca freddezza della ceramica in quella giorno. Nel primo caso, spicca una parete verticale in legno incollato su struttura verticale a ridosso della partizione esistente, con porte filoparete su disegno. Questo rivestimento e i pavimenti sono realizzati in listelli di essenza Doussiè (vintage anni '80) levigato e rifinito con vernici all'acqua naturali e opacizzanti. Bianchi sono, invece, le finiture delle pareti murarie, i faretti verticali, il cartongesso in grassello di calce steso a spatola e l'interno delle grandi finestre, che permettono alla luce di diffondersi liberamente, rimaste di legno solo all'esterno, per uniformità con il condominio. Sempre in bianco, il mobile in legno laccato lucido con ferramenta a scomparsa, la scrivania (provvista di internet point) in legno laccato lucido su supporto in acciaio inox satinato, tutto su disegno. E naturalmente la cucina, completamente rivisitata, che sfoggia un soffitto più basso in cartongesso e luci a incasso, mentre il pavimento è in gres di grande formato. Da notare la porta scorrevole in vetro acidato temperato con carter superiore in acciaio inox satinato. Altri tocchi hi-tech dell'appartamento: il tavolo posto al centro del living e le mensole che seguono l'andamento della parete, entrambi in ferro grezzo piegato con finitura a cera su disegno.

PROGETTISTA
Arch. Giorgio Parise
FOTOGRAFIE
Cristina Fiorentini

LASCIA UN COMMENTO