I servizi per la casa sono una priorità e si scelgono in rete

Secondo il Barometro dei servizi per la casa di Instapro, la spesa media degli italiani per la manutenzione e la ristrutturazione delle abitazioni è di oltre 3.800 euro l’anno

Oltre 3.800 euro è il budget medio di spesa che le famiglie italiane hanno destinato ai lavori di ristrutturazione e manutenzione della casa negli ultimi sei mesi, e un terzo degli italiani stima di spendere la medesima cifra nei prossimi sei mesi con dei picchi, in particolare, nei lavori di sostituzione di porte e finestre (1°posto), di ristrutturazione (2° posto) e per il riscaldamento (3° posto). Questo e altro è contenuto nel Barometro dei servizi per la casa realizzato da Instapro (sito che mette in contatto consumatori e professionisti qualificati), un servizio che ogni trimestre ci racconta i trend e le abitudini degli italiani in ambito domestico. L’ultima indagine è stata condotta negli scorsi mesi su un panel di oltre 1.000 individui, in una fascia d’età compresa tra i 30 e i 65 anni, con residenza nei maggiori centri urbani d’Italia. La proroga della legge di stabilità 2016 ha contribuito ad incentivare la spesa destinata alla casa: l’87% degli intervistati non a caso la conosce, mentre il 32% dichiara di averne beneficiato dal 2015 ad oggi.

Instapro_Barometro

Ma come si comportano i nostri connazionali quando devono cercare il professionista per eseguire i lavori in casa? Ebbene, oltre due terzi continuano a credere fermamente nel passaparola, in vetta alla classifica dei “canali” più sfruttati. Qui entra in gioco la rete: è sul Web, infatti, che ben il 59% delle persone legge abitualmente le recensioni pubblicate dagli utenti, per documentarsi e orientare le proprie scelte. Del resto i servizi della casa stanno diventando protagonisti di Internet: a loro spetta, infatti, il quinto posto della top five dei settori in cui l’utente risulta più attivo in rete, dopo la tecnologia, i viaggi, il mondo della moda/accessori e dei libri/musica (cliccare sul grafico per visualizzarlo).

Il fattore “comodità" è, dopo il prezzo, la variabile che fa approdare l’utente in rete, anche grazie a una connessione sempre più facile e ormai possibile da qualunque device.

Dal Barometro di Instapro emerge un quadro nazionale in cui la popolazione è ben predisposta a investire nella propria abitazione, riconosciuta sia come un valore affettivo che come un investimento sicuro da un punto di vista economico.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO