Grandi vetrate sul verde del Galles

Una villa nella contea del Cheshire, dove le finestre fanno dialogare l’interno con l’esterno e dove un dettaglio come la porta blindata (di Oikos Venezia) può fare la differenza

A Sevendials, un piccolo paese nel Cheshire (una contea del Galles del Nord) è stata realizzata una villa che incarna bene l'integrazione armoniosa tra l'architettura e l'ambiente. Immersa nelle linee dolci del verde collinare, la villa privata, che prende il nome della località dove si trova, è circondata da un giardino dove, tra querce e betulle, si scorge una meravigliosa veduta della contea. Di ciò ha tenuto conto lo studio architettonico theCAVE architecture + design, che ha curato il progetto: nonostante la sua modernità, la dimora è complice dell’ambiente in cui è inserita, grazie alla scelta dei colori, delle linee, delle forme e dei materiali.

Sevendials è un’abitazione lussuosa nonostante la scelta di adottare forme essenziali e attuali. La pianta, a forma di L e l'esposizione, sono progettate per abbracciare la luce, mentre l’eliminazione quasi totale di ogni tipo di barriera visiva unisce interno ed esterno. Contribuiscono a questo risultato anche il tetto-terrazza e le ampie vetrate che accolgono la luce e il paesaggio.
Lo spazio abitativo si suddivide tra due piani, su un’area di oltre 600 m2, compresi un ufficio, una zona relax e una suite per gli ospiti. La vasta zona giorno, che consiste in un’ampia cucina open-space, sala da pranzo e soggiorno, dà sul curatissimo giardino privato e offre suggestive vedute dei boschi.
Un ampio porticato a sbalzo in zinco percorre l’intera lunghezza della struttura, fornendo protezione dalla luce solare nei mesi estivi e spazio esterno coperto in cui è soggiornare e, grazie alla cucina esterna con forno a legna, anche pranzare.

Anche la porta d'ingresso, che può sembrare all'apparenza un dettaglio secondario, doveva partecipare all'intento progettuale, valorizzando il dialogo tra interno ed esterno senza dover rinunciare a protezione e sicurezza. Una porta blindata che rispettasse il leit-motiv che percorre l’intera struttura, ma che al contempo garantisse intimità e privacy. È stata scelta Synua di Oikos Venezia, porta blindata che consente ampie possibilità di personalizzazione. Si tratta di una blindata di grandi dimensioni (fino a 2,2 metri di larghezza per 3 di altezza) con apertura a bilico e complanare al muro. Garantisce la classe 3 di serie per l’antieffrazione, i 38 dB di isolamento acustico e un valore di isolamento termico pari a 1,6 innalzabile a 1,2 su richiesta. Abbinabile all’innovativa Arckey, la serratura elettronica comandata da un'app per smartphone, è disponibile in numerosissimi rivestimenti. In questo caso è stata scelta la versione con rivestimento in gres effetto cor-ten ruggine in 9 settori di cui uno nero completo di maniglione orizzontale, nero anch’esso, come anche i profili. Abbinata a un fianco luce di notevoli dimensioni, Synua contribuisce a conferire luce all’ambiente richiamando le grandi vetrate laterali. La maniglia ha un meccanismo a scomparsa, per un effetto di totale complanarità della porta.

Synua consente di scegliere un diverso rivestimento tra interno ed esterno, ma qui si è preferito qui optare per la coerenza dei rivestimenti con un contrasto di grande effetto tra l’asprezza e apparente ruvidezza dell’effetto ruggine del gres porcellanato cor-ten e la lucentezza delle grandi vetrate e delle pareti bianche.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here