Giochi di trasparenze nel loft

Da magazzino a loft: soluzioni non convezionali per un’abitazione su due livelli concepita come open space, che rispetta l’originale identità dell’architettura industriale

L'intervento

Un vecchio deposito veneziano, con la caratteristica copertura a capriate in cemento e lucernari, rivive grazie a questa interessante ristrutturazione, dove gli ambienti della nuova abitazione, dalla forte personalità e caratterizzata da un’accurata scelta di materiali, si susseguono senza soluzione di continuità.

PROGETTO E DIREZIONE LAVORI
Arch. Maurzio Lai
ARREDI SU MISURA
Modernarredo
FOTOGRAFIE
Fabrizio Gini
Superfici orizzontali e verticali in cristallo utilizzate per delimitare gli ambienti della zona notte al primo piano e assicurare la permeabilità della luce proveniente dagli ampi lucerrnari anche al piano terra

Questo intervento è un significativo esempio nel quale l’involucro - il vecchio magazzino - non solo viene recuperato ma, nel contempo, ben valorizzato: le sue caratteristiche sono inserite nel nuovo contesto abitativo, mantenendone sempre l’originaria identità costruttiva, tipica dell’architettura industriale. La zona notte padronale si sviluppa al primo piano ed è concepita senza spazi di distribuzione; una serie di ambienti funzionali e confortevoli che si susseguono: dalla camera da letto si accede direttamente alla cabina armadio e ai locali bagno. La doccia e la zona lavabo - composta di un’originale struttura a reticolo e una grande specchiera, realizzate su misura - sono a vista sulla camera da letto. Sulla sinistra del lavabo il bagno turco e sulla destra il locale con i servizi igienici. Da quest’ultimo si può accedere anche alla piccola palestra.

A definire gli ambienti sono principalmente pareti in vetro acidato fisse o scorrevoli. Unico elemento di transito è il ballatoio, dal quale si può raggiungere oltre che la camera da letto principale, posta in posizione baricentrica, anche la seconda camera da letto anch’essa con bagno in camera, e il locale fitness, con macchine per il training aerobico.
Fortemente espressivo e accurato l’accostamento di materiali e finiture: significativa la presenza delle superfici in cristallo sia inserite a pavimento nel ballatoio che utilizzate come elementi verticali a delimitare gli ambienti contigui e, nel contempo, a valorizzare la luce zenitale. Abbinati al cristallo, materiali alla vista e al tatto più caldi e confortevoli per la camera da letto, più neutri per le zone di servizio e fitness: parquet maxiplancia finitura rovere piallato a olio in camera dal letto e pavimento a casellario in gres per bagno e spa.
A contrasto, la finitura della parete che delimita la cabina armadio, totalmente imbottita e rivestita in nabuk.
Al piano terra si sviluppa invece la zona giorno costituita dall’ampio living con cucina a vista, i servizi e la camera ospiti con bagno annesso. Protagonista l’elegante libreria luminosa a tutta altezza.

Questo progetto è stato pubblicato sul numero 4/2017 di Come Ristrutturare la Casa (leggi qui un estratto). Per conoscerne i dettagli con i costi e vedere le planimetrie, acquista la rivista.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here