Fino al 31 dicembre c’è l’ecobonus per le tende solari

Xtesa è una struttura ombreggiante in alluminio senza limitazioni in larghezza

Per fruire della detrazione fiscale del 65% la shermatura deve avere caratteristiche precise: KE Protezioni Solari offre un servizio di consulenza completo tramite i propri rivenditori. Oltre a una gamma di prodotti per diverse esigenze

Come abbiamo sottolineato in questo articolo, fino al 31 dicembre 2016 sarà possibile sfruttare la detrazione fiscale del 65% per l'acquisto e la posa delle schermature solari. La misura fa parte dell'Ecobonus per l'efficienza energetica degli edifici previsto dalla Legge di stabilità 2016 (n. 208 del 28 dicembre 2015). Districarsi nella scelta del prodotto senza correre il rischio di non poter sfruttare l'ecobonus non è però scontato.

Per fruire dell'ecobonus, infatti, è necessario che la schermatura concorra effettivamente al miglioramento dell'efficienza energetica agendo sul sistema serramento per modificare l'irraggiamento termico: deve essere applicata in modo solidale con l’involucro edilizio e non liberamente montabile e smontabile dall’utente, in combinazione con vetrate (deve cioè servire a proteggere dal sole porte a vetri o finestre); inoltre, le schermature devono essere mobili e modulabili, ossia devono potersi aprire e chiudere.

È possibile usufruire delle agevolazioni per tende da sole, tende a pergola, tende a rullo, veneziane, persiane, frangisole, cappottine mobili, eccetera; non sono invece detraibili le schermature aggettanti quando poste con orientamento a nord.

Per supportare i consumatori, KE Protezioni Solari  ha messo a punto - anche tramite i propri rivenditori - un servizio che fornisce una consulenza a 360° sulle possibilità d'incentivo.

L'azienda realizza una serie di prodotti indicati per differenti esigenze, testati e dotati di marcatura CE (caratteristica necessaria per usufruire della detrazione). Tra questi la tenda a cassonetto Anthea, dotata di bracci estensibili a scomparsa totale su supporti laterali fissi con contropiastra di ancoraggio, pensata per durare nel tempo (la tenuta meccanica è superiore e 20000 cicli di perfezione nel movimento) e per offrire un'adeguata resistenza agli agenti atmosferici. I supporti consentono di installare la tenda sia a parete che a soffitto e le dimensioni massime sono pari a 450 cm in larghezza e a 260 cm in sporgenza.

La tenda a cassonetto Anthea è dotata di bracci estensibili a scomparsa totale
La tenda a cassonetto Anthea è dotata di bracci estensibili a scomparsa totale

Xtesa, invece (nella foto in apertura di questo articolo), è una struttura ombreggiante in alluminio, con telo ad avvolgimento, senza limitazione di misure in larghezza. Particolarmente resistente al vento (Classe 6 secondo la normativa EN 13561), è caratterizzata da un ridotto ingombro a parete (220 x 380 mm) e offre la possibilità di montare vetrate scorrevoli e tende verticali laterali. Come optional sono disonibili anche un kit di luci a led e un kit per la musica.

Per scheramare esternamente le finestre, invece, è disponibile Screeny: tenuta all'aria e all'acqua caratterizzano questa flessibile linea di tende che, con un singolo profilo, consentono l'installazione sia a parete che a soffitto.

Screeny, la linea di tende per schermare finestre installabili sia a parete che a soffitto
Screeny, la linea di tende per schermare finestre installabili sia a parete che a soffitto

LASCIA UN COMMENTO