Design responsabile per i più piccoli

Una composizione della serie Nuovo Mondo di Scandola Mobili per la camera dei bambini.

Scandola Mobili offre una serie di proposte per le camerette in cui la sostenibilità ambientale è protagonista, dai materiali al processo produttivo

Prodotti sempre più ecosostenibili: questa è una tendenza che accomuna l'attuale produzione italiana, e non solo, dell'arredamento di design. Così da Scandola Mobili, azienda venteta specializzata nella lavorazione artigianale del legno, arriva una dichiarazione d’intenti: sviluppare progetti di design responsabile, attento all’ambiente in ogni tappa della filiera produttiva, tanto più se si tratta di proposte per i piccoli. Alcuni dettagli: il legno usato da Scandola proviene da zone soggette a riforestazione e con gli scarti del legname viene alimentato il sistema di riscaldamento dello stabilimento e degli uffici. Sulla copertura della sede, inoltre, sono stati installati pannelli fotovoltaici che producono la maggior parte dell’energia necessaria per l’intera filiera.

Fra le nuove proposte dedicate ai più piccoli all'insegna del design responsabile, la serie Nuovo Mondo. La composizione proposta è realizzata in abete massello e presenta un soppalco che si sviluppa lungo tutta la parete e un doppio letto a castello diviso dalla scala di salita centrale. Grazie a questa organizzazione, i posti letto sono tre: due sul soppalco e uno messo ad angolo, perpendicolare al resto della cameretta. Sotto ad uno dei due letti a castello è stata collocata la zona studio, con piano estraibile studiato perché possa usufruire dell’illuminazione naturale senza essere coperto dalla base del letto sovrastante.
Della stessa serie, anche altre composizioni, in cui a variare non solo solo le finiture, fra colori e texture, ma anche le geometrie e gli stili degli arredi. Letti, boiserie, scrivanie e accessori variano, spaziando fra letti a baldacchino, strutture minimaliste e proposte multicolor.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here