Comfort e design nella cabina doccia con anta a battente

Flare di Vismaravetro adotta una serie di accorgimenti per ottimizzare l’impatto estetico, garantire la sicurezza dell’utente e facilitare il montaggio

Fare innovazione su una cabina doccia che utilizza la tradizionale anta a battente, che econtinua ad essere richiestissima in fase di progettaizone del bagno, significa ottimizzare o migliorare tre elementi "storici" ne costituiscono l'essenza: la cerniera, il pannello in vetro e la maniglia. È necessario fare attenzione da un lato alle performance tecniche di tenuta all'acqua, di sicurezza dell'utente e di facilità di montaggio; dall'altro all'ergonomia al comfort e all'impatto visivo, per facilirare il movimento e rendere l'elemento adattabile ad ambienti raffinati.

Flare_FA+FFTra le cabine doccia di Vismaravetro, caratterizzate da una forte connotazione di design, Flare è la collezione con anta a battente: qui gli obiettivi tecnici ed estetici sono stati preseguiti attraverso vari accorgimenti. Innanzi tutto l’anta è incernierata su un perno decentrato rispetto al profilo, garantendo un ingombro della porta ridotto anche in presenza di nicchie grandi e porte ampie; inoltre i montanti verticali sono pensati per garantire il minor impatto visivo; una curiosa illusione ottica fa percepire solo in parte il profilo di alluminio regalando una vista di insieme raffinata; sul fronte sicurezza, tutti i vetri della serie Flare sono realizzati con cristallo di spessore 8 mm. Per facilitare il montaggio, infine, le cerniere sono installate direttamente sul profilo montante verticale (non è necessario praticare nessun foro sul piatto doccia o sul piano di appoggio). Inoltre, la calibrazione delle ante viene fatta agendo direttamente sul cristallo, senza l’uso dei tradizionali profili di compensazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here