Come un gioco di scatole cinesi

Parte del soggiorno di questa piccola casa è sormontata e racchiusa da una struttura su più livelli che, da piano terra fino alle falde del tetto, accoglie spazi diversi a seconda delle zone funzionali

4 piano terra

L'intervento

Abbandonata da anni e in forte stato di degrado, questa casa di soli 4x4 m si è trasformata in un’abitazione piccola ma ben organizzata. Il primo intervento è stato demolire le parti interne, compreso il controsoffitto e una porzione di solaio del primo piano, in corrispondenz
a della scala. Dopodiché è stato realizzato un volume dalla tripla altezza che sormonta la cucina al piano terra, contiene bagno e armadi al primo piano, e alloggia un letto a due piazze nella parte più alta.

Nel cuore di Bologna, in una zona dal denso tessuto urbano, si trovava una piccola casa con una corte nascosta. Erano però più di 50 anni che nessuno ci abitava e ormai aveva bisogno di una totale ristrutturazione.
Le dimensioni erano minime, solo 4 metri x 4 di pianta, supportate però dall’altezza notevole del fabbricato, quasi 7 metri a disposizione: da qui è partita l’idea del progetto, che ha sfruttato in altezza quello che non poteva ottenere in pianta.
Per farlo, però, bisognava rivedere completamente il volume intero della casa. Ecco quindi che gli interni sono stati svuotati, eliminando i setti divisori originali e parte del soffitto che spartiva la casa su due piani. Poi, la creatività dei progettisti ha trovato una soluzione ad hoc per razionalizzare le diverse zone funzionali, dando un taglio architettonico a tutto l’interno: creare un volume dentro un volume, come in un gioco di scatole cinesi. È stata così realizzata una struttura che da sola contiene e organizza tutte le funzioni, lasciando libero il resto dello spazio. Questo monolitico elemento è stato ottenutotramite una struttura portante in frame di legno e un rivestimento in osbche, al piano terra, è fortemente intagliato dalla cucina, al piano superiore si presenta più compatto e diventa bagno ed elemento contenitore, per poi trasformarsi in letto nel terzo livello. A raccordare i primi due piani ci pensa una scala, opera in ferro su misura e verniciata a caldonello stesso bianco delle pareti. Se ai piani superiori la presenza della struttura è sottolineata dalla scelta cromatica, un nero assoluto, a piano terra si presenta bicolor, nero fuori e di un intenso blu pavone all'interno.

 

1
DOPO - Ecco come si presenta la casa dopo l'intervento di ristrutturazione. Questa tinta, realizzata con una serie di mani di ecomalta, è una miscela calibrata di blu e grigio con qualche infiltrazione di verde, una nuance tranquillizzante che regala una grande eleganza estetica per nulla casuale.

Soggiorno e cucina prendono luce da una grande vetrata scorrevole che si spalanca verso il giardino, e per creare l’illusione di uno spazio più ampio è stato scelto il bianco per la scala, i pavimenti e tutte le pareti. La zona cucina è illuminata da una barra di luce incassata e nascosta nella struttura. In un ambiente dalle dimensioni così contenute,

esterno prima dell'intervento
PRIMA - Affacciata su un piccolo cortile con giardino, la casa si presenta esternamente su due livelli, con un fronte in laterizio a vista e fregi originali.

gli arredi sono pochi e sono state sfruttate le pareti come elementi contenitori, con ante mimetizzate che nascondono vani e ripiani. Lavelli e fuochi sono invece posizionati in un altro mobile a penisola, sempre realizzato su misura in scocca in multistrato, che si trasforma anche in un banco snack completato da sgabelli bar.
Viste le misure mini della cucina, il mobile ingloba al suo interno un piano allungabile per trasformarsi in un piano d’appoggio aggiuntivo o in un piccolo tavolo da pranzo.

Le piante del progetto

Scheda progetto
Progetto: Amiro Architetti
Foto: Simone Noceti
Styling: Camilla Corradi
Costi: 70.000 totale (Il prezzo indicato è in euro, escluso Iva e forniture)

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome