Come scegliere il portone del garage

Basculante, avvolgibile, sezionale a scorrimento verticale o orizzontale: queste sono le principali categorie di portone per garage, spiegate dallo specialista Hörmann

La scelta del portone per il proprio garage è talvolta considerata una questione secondaria rispetto ad altre componenti della casa. Risulta invece fondamentale scegliere la giusta chiusura, anche in relazione alla situazione architettonica e all’impatto estetico sull’ambiente circostante. Quattro sono le possibili soluzioni nella scelta del prodotto più adatto alle proprie esigenze: il portone basculante, la serranda avvolgibile, il portone a scorrimento verticale e quello a scorrimento laterale.

Il classico basculante si contraddistingue per compattezza, solidità e convenienza in termini economici; al contempo, è una scelta meno premiante in termini di spazio, in quanto durante le fasi di apertura e chiusura deborda nelle aree attigue, sia all’esterno che all’interno. Soluzione salvaspazio può essere, invece, la serranda avvolgibile che, arrotolandosi su sé stessa, permette il massimo utilizzo dello spazio interno del garage e della zona antistante l’ingresso. Di facile installazione (con cassonetto interno o – in modalità ancor più salvaspazio – esterno), può rappresentare il prodotto perfetto per chi vuole estetica sì, ma senza rinunciare alla praticità.

Volendo optare, invece, per una chiusura altamente performante, salvaspazio ed esteticamente molto accattivante, la scelta ricade sui portoni sezionali, a scorrimento verticale o laterale. A distinguere le due tipologie è la diversa configurazione: lo scorrimento verticale permette di aprire il portone facendolo scorrere verso l'alto, posizionandolo parallelamente al soffitto, mentre in quello laterale, pur mantenendo la stessa resa estetica a riposo, lo scorrimento è su guide orizzontali, lungo le pareti del garage. Di fatto, i vantaggi non cambiano: entrambi i prodotti permettono un notevole risparmio di spazio, con la conseguente possibilità di parcheggiare l’auto, la moto o la bici a ridosso del portone, sia all’interno che all’esterno. Determinante nella scelta tra le due opzioni può essere la geometria del garage: esistono situazioni, infatti, in cui l’apertura a scorrimento verticale non è realizzabile, ad esempio nel caso di spazi con pianta irregolare, murature non parallele, altezza architrave ridotta, o in presenza di impedimenti a soffitto come travi, tubature, impianti. In questi casi la soluzione più adatta risulta essere la chiusura a scorrimento laterale: pur dovendo accettare di tenere libere da scaffalature o altro le pareti lungo le quali il serramento andrà a posizionarsi, il risultato sarà comunque vantaggioso in termini di spazio.
Una volta identificata l’opzione più adeguata a livello architettonico vanno fatte delle considerazioni anche in termini di fruibilità, scegliendo un prodotto manuale o motorizzato, con maggiore tenuta all’acqua o all’aria, con pannelli più o meno coibentati.

Diverse, quindi, sono le valutazioni da fare a monte. L’importante, però, è disporre di soluzioni uscite da stabilimenti altamente tecnologici, attenti agli aspetti di riciclabilità ed eco-sostenibilità ambientale, e rigorosamente prodotte seguendo le norme di riferimento, attraverso processi verificati e perfezionati con un controllo della qualità.
Ecco alcuni esempi di portoni selezionati dal catalogo Hörmann, azienda tedesca specializzata nel settore delle chiusure civili e industriali.

Portone sezionale a scorrimento verticale

Realizzato in acciaio a doppia parete coibentato e dotato di elementi con uno spessore di 42 mm, LPU 40 Hörmann si contraddistingue per l’apertura verticale e lo scorrimento a soffitto che consente il massimo utilizzo dello spazio all’interno del garage e nella zona antistante l’ingresso.

 

Portone sezionale a scorrimento laterale

Il portone sezionale laterale HST Hörmann rappresenta un'alternativa al tradizionale portone sezionale a soffitto: ad esempio, quando si abbia la necessità che quest’ultimo rimanga sgombro per ragioni costruttive (tubi di scarico, pendenza del tetto) e il manto del portone non possa dunque essere appoggiato o fissato sotto il soffitto. Con un’altezza architrave necessaria di soli 95 millimetri, HST costituisce una possibile soluzione anche per i garage con architrave ridotto.

Serranda Rollmatic

Progettata per consentire il massimo utilizzo dello spazio interno del garage e della zona antistante l’ingresso, RollMatic Hörmann è una robusta serranda avvolgibile automatica, in alluminio di elevata qualità e anticorrosione, costruita secondo tecnologie all’avanguardia.

 

Basculante Berry

Qualità, sicurezza, tecnologia ma anche estetica, comfort e versatilità: questi i molteplici plus offerti dalla basculante Berry Hörmann, ad oggi la porta da garage più diffusa in Europa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here