Come rinnovare balconi e terrazzi

Ecco 7 consigli per rendere i vostri spazi esterni più confortevoli e originali. A parte alcune regole da seguire, per il resto può agire la fantasia

Per trasformare lo spazio esterno, che si tratti di balconi oppure di terrazzi, in un angolo accogliente e scenografico non sono sempre necessarie grandi risorse economiche. Serve invece creatività e buona volontà. Ma è bene stabilire alcune priorità, a partire dalla valuazione dello spazio a disposizione e della sua esposizione, fino ad arrivare all'impianto d'irrigazione.

1. Analizzare gli spazi

È la prima regola da tener presente quando si vuole arredare un terrazzo. Riempire un piccolo spazio a cielo aperto con oggetti ingombranti rischia di essere controproducente. È importante, inoltre, scegliere i colori più adatti. Se si vuole ricreare un ambiente esotico, meglio puntare su colori caldi, come il giallo paglierino, il beige, il marrone, ma anche il rosso e l’arancio. È sempre consigliabile utilizzare tinte neutre, che si avvicinino allo stile della casa: le scelte monocromatiche risulteranno più eleganti. In uno spazio di piccole dimensioni è opportuno puntare su accessori espandibili e sedie pieghevoli, da riporre in un angolo quando non si utilizzano.

2. Verificare le condizioni della pavimentazione

Per ristrutturare un balcone o un terrazzo, è necessario prima di tutto verificare le condizioni della pavimentazione: piani di calpestio disconnessi e trascurati causano, oltre al danno estetico, numerose infiltrazioni di acqua nei piani sottostanti. Per far fronte a questo problema, occorre innanzitutto:
• demolire il vecchio pavimento
• inserire bocchettoni che consentano di far defluire l’acqua
• posare una doppia guaina isolante preferibilmente da 4 mm
• realizzare il massetto anti ritiro per creare le giuste pendenzeì
• installare la nuova pavimentazione, con controllo finale di tutte le giunture presenti.

3. Creare un angolo relax

Una volta risolto l'eventuale problema pavimentaizone, si può pensare a tutto ciò che contribuisce a fare del terrazzo un ambiente accogliente e uno spazio dove rilassare mente e corpo. Una poltrona a dondolo, un’amaca, dei tappeti da esterno o semplicemente dei cuscini appoggiati sul pavimento trasformeranno il terrazzo in un angolo di paradiso. Si può anche pensare di allestire un angolo tè e lettura con un piccolo tavolino e qualche pouf colorato. Se il balcone è lungo e stretto si può ricorrere a tavolino e sedie pieghevoli, spaiate nei colori e nelle forme. Darà un tocco di personalità.

4. Scegliere i complementi d'arredo

Riciclare e riutilizzare un vecchio tavolo di legno è un’ottima idea per arredare un terrazzo con soluzioni economiche. Chi ama il fai da te può pensare di ridare nuova vita a complementi d’arredo riposti in cantina o puntare sui mille usi dei bancali di legno, sempre più utilizzati per realizzare oggetti dallo stile semplice e genuino, ma al tempo stesso originale e chic. È molto importante decorare lo spazio aperto con gli accessori giusti. Candele colorate, tovaglie dai motivi floreali, ghirlande da appendere: tutto con grande personalità e il giusto equilibrio.

5. Arredare con i tessuti

Costruire un angolo intimo coperto da tende o tessuti velati può rappresentare una valida alternativa alle tradizionali coperture da sole. Un modo originale per ripararsi dai raggi, con stile ed eleganza. Colori sobri o tinte vivaci? l’importante è seguire lo stile dei complementi d’arredo scelti. Per arredare con le tende un terrazzo, è bene scegliere tessuti resistenti, adatti a stare all’aperto.

6. Arredare con le piante

In uno spazio all’aperto non può mancare un angolo di verde. Per guadagnare un po’ di privacy dal contesto urbano e dalla vista dei vicini, si può pensare di piantare dei bambù che, con la loro crescita rapida e il fitto fogliame, realizzano una specie di tenda naturale. Non devono mancare anche piante colorate e aromatiche, capaci di creare, con la loro fragranza, un’atmosfera ancor più rilassante. Indispensabili in uno spazio esterno in città, le piante lo trasformeranno in una vera e propria oasi verde.
È fondamentale scegliere le piante e i fiori adatti alla stagione, dalle sempre verdi a quelle tipiche del periodo, con fiori, colori e profumi diversi. l tipo di esposizione del proprio balcone o terrazzo è fondamentale. Se si può beneficiare di raggi solari diretti, si possono scegliere specie che non temono il sole: gerani, piante tropicali, lavanda, bouganville, erbe aromatiche. In caso contrario, meglio optare per ortensie, nasturzio nano, anemoni.

7. Dotarsi di un impianto di irrigazione adeguato

Per chi ama le piante ma sa di avere impegni pressanti che non consentono di bagnare il balcone quotidianamente, il suggerimento è di installare un impianto di irrigazione. Oggi il mercato propone soluzioni molto duttili, economiche e facili da montare, adatte al fai da te. Inoltre, si può fare a meno anche del collegamento all’impianto idrico: basta utilizzare serbatoi da circa cento litri, più che sufficienti a bagnare le piante durante l’assenza per vacanze o per lunghi fine settimana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here