Come posare una vasca da bagno

Sostituire in modo facile e veloce la vecchia vasca da bagno con una doccia moderna e funzionale? Oggi è possibile, e senza bisogno di opere murarie.

Fiora generale_esterno
Fiora

La possibilità di mettere una doccia al posto della vecchia vasca da bagno senza rifare completamente la stanza è ormai una realtà, e potrebbe risolvere non pochi problemi. Oltre alla praticità di avere una doccia, anche con il piatto a filo pavimento per chi avesse problemi motori o difficoltà a entrare nella vasca, potreste guadagnare spazio in un bagno non troppo grande. La doccia infatti occupa uno spazio minore rispetto a una vasca, anche di piccole dimensioni, e, se opterete per un box leggero, in vetro trasparente e metallo, il bagno acquisterà più luce, oltre a poter meglio usufruire dello spazio. Il lavoro di sostituzione, grazie a innovativi materiali presenti sul mercato, non è più un problema: nella maggior parte dei casi, le aziende garantiscono il montaggio della nuova doccia in 24 ore e la rimozione e lo smaltimento della vecchia vasca sono a loro carico.

Le modalità di posa possono essere diverse e dipendono anche da come è stata realizzata la soletta. Se, al momento della rimozione della vasca, il massetto sottostante è in buono stato, cioè pieno, in piano e asciutto, sarà sufficiente portarlo al livello corretto per la posa del piatto doccia per mezzo di forati e tavelle; ma se il massetto fosse anche solo in parte degradato, sarà necessario valutare se colmarlo con malta per renderlo piano ed eventualmente utilizzare strutture differenti (solitamente telai dalla struttura metallica con piedini regolabili) per portare al corretto livello il pavimento. Occupando la vasca solitamente un’area maggiore della doccia, sarebbe meglio aver messo da parte una piccola quantità di piastrelle del pavimento e del rivestimento verticale in modo da poterle posare sulla superficie che rimarrà libera. In caso non fossero disponibili, le soluzioni possono essere molteplici.

Fiora generale_1
Fiora

Potreste optare per piastrelle differenti, magari a tinta unita che riprendano il colore di quelle esistenti (in un tono più scuro o più chiaro) per non appesantire con greche o disegni diversi, oppure, per il pavimento, con una texture differente, legno o pietra per esempio, in modo che l’area non coperta dal nuovo piatto doccia possa diventare un’ottima zona per uscire dalla doccia e asciugarsi. Per le pareti verticali, esistono poi pannelli tagliabili su misura e impermeabili che possono coprire la parte prima occupata dalla vasca da bagno e ora rimasta senza rivestimento a formare, con le ante prescelte, il box doccia. In questo caso sarà sufficiente stendere della malta per uniformare il piano verticale e incollare il pannello, che può essere già dotato delle cerniere a cui agganciare le ante.

COME FARE

Il mercato offre ormai diverse soluzioni e prezzi. La differenza è determinata dal materiale, dalle finiture del box doccia scelto, oltre cambio completo della rubinetteria. La linea Silex extrapiano di Fiora, con piatti e pannelli tagliati su misura, consente di sostituire la vasca da bagno con la doccia. Composto da Silexpol (brevetto Fiora), una miscela di silicio, quarzo e poliuretano, il piatto è antiscivolo, resistente agli urti e allo sporco e antiscivolo, si riscalda e prende la temperatura dell’acqua utilizzata. Il prezzo parte da 800 euro circa.

1. Preparazione  Dopo aver rimosso la vasca, è necessario riposizionare il sifone di scarico al centro dell’area con un semplice raccordo già dotato di profilo di aggancio al nuovo piatto doccia.

2. Il posizionamento di un paio di file di mattoni a destra e a sinistra del sifone, e di semplici tavelle servirà a portare il piano al livello corretto per il posizionamento del nuovo piatto doccia.

3. Posa piatto docciae Il piatto doccia viene posato e saldato per mezzo di un collante a base poliuretanica e viene posizionata la griglia di scarico di acciaio inossidabile. Deve essere effettuata la prova di scarico con un secchio d'acqua per verificare che le pendenze siano corrette.

4. Portare a livello le pareti laterali Dopo aver coperto bene il piatto doccia con malta stesa a cazzuola si porta a livello delle piastrelle esistenti la porzione di muratura dove era poggiata la vasca, avendo cura di pulire subito gli sbaffi. A questo punto è necessario sigillare il piatto doccia con silicone dello stesso colore del piatto e aspettare 24 ore. 

5. Posa pannelli verticali  Pannelli dello stesso materiale del piatto doccia, ma con spessore di 7 mm, possono essere usati in verticale per rivestire la zona doccia fino ad altezza 2,40 metri. I pannelli, pre-tagliati a misura in azienda, sono incollati alle pareti verticali con una colla rapida a base poliuretanica pronta all'uso.

6. Posizionamento dei rubinetti Una volta prese le esatte misure dei tubi, i pannelli sono forabili con semplice trapano con una punta a tazza. Incollato l'ultimo pannello, si procede al montaggio della rubinetteria. È necessario poi attendere 24 ore per il primo utilizzo.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO