Ambienti definiti dal colore

Eliminata la sequenza di spazi passanti, in un appartamento di Torino convivono due volumi abitativi, uno dentro l’altro, dedicati al pubblico e al privato. L’intera abitazione è caratterizzata dal colore.

L'intervento
Un gioco di volumi, luci e colore personalizzano e scaldano il cuore dell’abitazione. Il rivestimento giallo ocra su pavimenti e arredi, sapientemente disegnati per ottimizzare ogni piccolo spazio disponibile, identifica i luoghi della vita privata. La zona notte rimane così al centro del percorso circolare che caratterizza il nuovo disegno planimetrico, vi si può accedere dal grande corridoio arredato rivestito in resina grigia che corre lungo i lati su strada dell’appartamento o direttamente dal ballatoio del cortile interno che, con alte porte finestre, inonda di luce naturale le camere.

Progetto_Torino_Lingotto1

Di grande importanza e suggestione nel ridisegno planimetrico dell'appartamento è stata la posizione dell’edificio nel tessuto cittadino nel distretto di Torino "Lingotto": situato all’incrocio con una delle principali arterie di collegamento con il centro e porta di itinerari pedonali nel vicino Parco fluviale del Po’. Un movimento urbano eterogeneo visibile dalle tre finestre e i due balconi che si aprono sul fronte strada.
La planimetria dell’appartamento viene così trasformata eliminando la sequenza di spazi passanti da stanza a stanza, seguendo la linea di un grande corridoio arredato che distribuisce lungo i muri perimetrali gli spazi “pubblici” della casa (studio, soggiorno, cucina) e racchiude, proteggendone l’intimità, gli spazi privati (sala da pranzo, bagni e camere).

La zona pranzo “privata” si affaccia sulla zona “pubblica” del salotto. Un angolo intimo ben distinto senza l’uso di pareti, ma dal sapiente uso di colori e volumi.
La zona pranzo “privata” si affaccia sulla zona “pubblica” del salotto. Un angolo intimo ben distinto senza l’uso di pareti, ma dal sapiente uso di colori e volumi.

Due volumi, uno dentro l’altro, caratterizzati da diversi materiali e diversi colori. Gli ambienti affaccianti su strada hanno pavimenti e pareti lisci in resina grigia, il colore dell’asfalto, e un tubo metallico ne collega gli arredi, illuminando la notte gli spazi di una luce diffusa, una strada illuminata che dialoga con le luci della città, nascondendo i movimenti interni dell’abitazione. Il cuore privato della casa è invece caratterizzato dall’uso, sulle superfici orizzontali e verticali, di colori caldi e accesi: texture in rilievo giallo ocra. Le camere si compongono di forme colorate che ne modellano lo spazio: i volumi bassi dei letti per il riposo, gli armadi a muro ricavati nelle nicchie esistenti, le controsoffittature per il passaggio degli impianti. Un volume leggero inserito all’interno della camera padronale, disegnato con lamiere forate usate un tempo per mascherare i radiatori, racchiude il bagno. La notte, come da una lanterna, la luce ne attraversa le pareti e con affascinanti giochi illumina l’ambiente circostante.

PROGETTO
Studio SCEG
FOTOGRAFIE
Serena Eller Vainicher
MOBILI SU MISURA
Falegnameria Interiors Tailors

Questo progetto è stato pubblicato sul numero 1/2017 di Come Ristrutturare la Casa. Per conoscerne i dettagli e i costi e vedere le planimetrie, abbonati alla rivista.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here